“Venezia 3021”: una videoinstallazione celebra i 1600 anni di storia della città

Venezia 3021 di Vitruvio Virtual Reality
Venezia 3021 di Vitruvio Virtual Reality

VENEZIA 3021

Venezia-Parigi: le due città unite dall’arte con Art Night Venezia

Venezia come Parigi: anche se le analogie tra le due città, da sempre ambite mete turistiche e culturali, non sembrano essere troppo numerose, lo scorso sabato è stata un’occasione speciale per sentirsi più “vicine”.


E a farlo è stato, neanche a dirlo, l’arte. Mentre nella Ville Lumière si è svolta la Nuit Blanche – il festival di una notte dedicato all’arte contemporanea tra strade e monumenti, quest’anno alla sua 20esima edizione – a Venezia l’Art Night Venezia ha inaugurato in grande stile con una video-installazione nata da un’idea di Silvia Burini, che della manifestazione è direttore scientifico.


Venezia 3021: un omaggio ai 1600 anni di Venezia

Venezia 3021 è il nome del viaggio realizzato da Vitruvio Virtual Reality, realtà emiliana al confine fra lo studio d’animazione e il collettivo artistico.

Un omaggio ai 1600 anni della città di Venezia: proprio quest’anno, infatti, il capoluogo veneto celebra un importante anniversario dedicato alla sua lunga storia e al suo duraturo rapporto con l’arte.
Un viaggio nelle mente di chi ha abitato, abita e abiterà Venezia attraverso i linguaggi artistici che hanno cercato di raccontarla: pittura, fotografia, cinema e modello 3D.

A fare da cornice all’evento speciale è l’Art Night, la manifestazione ideata e promossa dall’Università Ca’ Foscari Venezia in collaborazione con il Comune di Venezia, giunta alla sua decima edizione.

Venezia 3021 di Vitruvio Virtual Reality
Venezia 3021 di Vitruvio Virtual Reality

Gli effetti speciali di Venezia 3021


Nel cortile di Ca’ Foscari, la videoinstallazione è stata accompagnata da una pubblicazione a tiratura limitata supportata da un’applicazione per la realtà aumentata. “Venezia 3021” è stato realizzato in computer grafica, la tecnica utilizzata per la resa degli effetti speciali digitali cinematografici.


L’idea è nata guardando il dipinto di Bernardo Bellotto – nipote di Canaletto – L’ingresso del Canal Grande, Santa Maria della Salute e la Dogana dal campo Santa Maria Zobenigo, un olio su tela del 1743 conservato al Getty Museum di Los Angeles.

Venezia è una materia estremamente difficile, potrei dire insidiosa, continua Salomoni, noi abbiamo cercato di approcciarci consapevoli della grande tradizione che avevamo alle spalle e di integrarla in maniera armonica con il nostro linguaggio che è quello della Computer-Generated Imagery.

 afferma Simone Salomonicoordinatore del progetto e cofondatore di Vitruvio Virtual Reality – 



In questo specifico caso la veduta del Bellotto è stata riprodotta in tre dimensioni e animata attraverso l’utilizzo del motore grafico in real time utilizzato per le produzioni videoludiche.

Non è stato facile pensare al programma cafoscarino per Art Night 2021.

Molti erano gli elementi da considerare: la stagione diversa, le restrinzioni dovute all’emergenza sanitaria ma soprattutto la necessità di lasciare un segno.

Ci siamo concentrati sull’evento culturale più importante per Venezia: la celebrazione dei suoi 1600 anni, chiedendo a Vitruvio di elaborare un video partendo da un corpus di immagini che vengono da una nostra ricerca. Il risultato è un video sorprendente che riesce a farci vedere la storia di Venezia con uno sguardo inedito ma anche a farci provare emozioni vere.

– ha aggiunto Silvia Burini

#STORYTELLER: CHIARA DI MARTINO

CLICCA QUI PER SFOGLIARE LA VERSIONE DIGITALE #SPECIALE #ETICO

SCOPRI IL NUOVO SPECIALE #ILLUMINATO DI #3D MAGAZINE

ORDINA LA TUA COPIA

#ISSUE22 #SPECIALE #ILLUMINATO

Lascia un commento