Tutti in Vespa: dal 1946 simbolo di moda, cultura e Made in Italy nel mondo

Cinema, design, storia, cultura, moda. Se dal 1946 la Vespa rappresenta l’emblema dell’italianità nel mondo, lo è anche di tutti questi temi. Dall’aspetto leggero e veloce, si fa strada in maniera repentina e influenza gli stili di vita di un’Italia in continua ripresa dopo il disastro della seconda guerra mondiale. Allegra e spensierata, specchio di un Paese che ha voglia di rinascere, la si vede nei film più famosi (come dimenticare Vacanze Romane in cui se ne suggella il successo mondiale?) agli editoriali dei più celebri magazine di moda e lifestyle.

La tendenza quest’anno propone molti simboli legati allo stile rappresentato dalle dive anni ‘50 che si sono sedute in sella a questa icona di eleganza e contemporaneità. Con Audrey Hepburn una su tutte, la Vespa, di dive del cinema, ne ha viste tante come ha visto susseguirsi elementi che restano intramontabili e che di anno in anno, alternandosi, riaffiorano nei modi di vestire.

Ecco cosa vedremo per questa Primavera 2017.

Scollo Bardot – Denominato tale proprio perché portato dalla vulcanica Brigitte, lascia le spalle scoperte e scende sul décolleté. La novità di quest’anno sono le camicie, portate aperte e scese sulle clavicole, a metà tra il mascolino e una super femminilità.

Foulard – Va portato piccolo, annodato al collo come Audrey nel celebre film con Gregory Peck. Anche come fascia per capelli ha il suo perché e può essere riproposto in estate.

Stamp Gingham – O conosciuta anche come stampa Vichy, è la classica stampa a quadretti piccoli, in genere bianchi alternati ad altre tinte. Gli abbinamenti più belli sono bianco/blu, bianco/nero, bianco/rosso.

Gonna a ruota – Quest’anno diventa ancora più voluminosa, una enorme campana fatta di tessuti rigidi e che “tengono” bene il volume. Perfetta anche per un look elegante da cerimonia.

 

Mariagrazia Ceraso