TRENTAREMI SBARCA AL VOMERO, SABATO 23 GENNAIO AL TEATRO DIANA A NAPOLI ORE 11.30

ROGIOSI EDITORE
 
presenta
 
TRENTAREMI” DI VITTORIO DEL TUFO
 
FOTO DI SERGIO SIANO
 
INTERVENGONO:
 
LUIGI DE MAGISTRIS
MAURIZIO DE GIOVANNI
LETTURE: MAURIZIO MEROLLA
 
MODERA : Simonetta de Chiara Ruffo
 
IL LIBRO
Il volume, edito da Rogiosi, è corredato dalle foto di Sergio Siano e racconta la Napoli che non ti aspetti, il suo cuore esoterico e misterioso, le sue atmosfere magiche e le leggende nascoste dietro ogni strada e ogni vicolo. Dal fiume fantasma al ponte degli impiccati, dal diavolo della Pietrasanta ai segreti di Virgilio Mago. E poi i grandi misteri archeologici, dai ruderi di Posillipo ai sotterranei del centro antico dove si invocavano gli dei (e qualche volta anche i demoni) e dove un principe alchimista, Raimondo di Sangro, metteva a punto le sue strabilianti invenzioni anticipando la scienza di almeno cento anni. E ancora, la maledizione della Gaiola, con la sua villa bianca addormentata sul mare, divenuta famosa per le incredibili vicende che vi sono ambientate e per il tragico destino riservato a chi, nel corso degli anni, ne è stato proprietario. A Napoli ogni pietra è uno scrigno di antiche memorie e ogni vicolo, ogni statua, ogni palazzo racconta, a chi vuole ascoltarle, storie da brivido: storie d’amore e di morte, storie di incantesimi e maledizioni. “Trentaremi. Storie di Napoli magica” è una raccolta di queste storie, un documentatissimo reportage giornalistico che, attraverso la narrazione e le immagini, consente di immergersi nell’anima della città.
NOTE SULL’AUTORE
Vittorio Del Tufo, giornalista, vive e lavora a Napoli. Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1990. Già vincitore del “Premio Cronista” della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, si è aggiudicato il premio “Cosimo Fanzago” (2009), assegnato ogni anno a chi si adopera in favore della città. Capocronista de “Il Mattino” dal 2008 al 2011, attualmente lavora nell’ufficio del Redattore Capo Centrale del maggior quotidiano del Meridione. Dal suo primo romanzo, “Verrà cantando il sangue”, edito da Rogiosi, è stato tratto un corto premiato al Festival del Cinema di Venezia nel 2013.