Tradurre una lingua straniera? Basterà attivare la fotocamera e Google penserà a tutto

Fabrizio Brancaccio

Il cartaceo, si sa, è ampiamente superato. Adesso per tradurre una lingua straniera si utilizzano assistenti virtuali e motori di ricerca.

Google ha deciso di potenziare il suo traduttore istantaneo integrato nella fotocamera e dotato di intelligenza artificiale attivando altre 60 lingue oltre quelle già previste dall’app (circa 30).

Siete all’estero e non sapete come decriptare cartelli stradali e pannelli informativi? Nessun problema. Basterà inquadrare la scritta o le parole da decifrare con la fotocamera del vostro smartphone per vederle comparire nella nostra lingua.

Potrete tradurre il testo contenuto in foto già scattate oppure attivare la fotocamera e tradurre un determinato testo semplicemente inquadrandolo.

Gli idiomi ufficialmente supportati dal traduttore di Google sono divenuti 88: dall’arabo all’hindi, dal thailandese al vietnamita fino ad abbracciare lingue come lo zulu e lo swahili utili per i vostri viaggi in Africa.

Il traduttore offriva fino a poco tempo fa soltanto traduzioni in lingua inglese, adesso le possibilità sono notevolmente aumentate e ovviamente qualsiasi lingua può essere tradotta in italiano.

L’utente non avrà bisogno di conoscere il nome dell’idioma che si trova davanti, perché sarà riconosciuto dall’app. “Nei viaggi all’estero può essere complicato per le persone capire quale sia la lingua che si ha bisogno di tradurre. Nella nuova versione dell’applicazione, potete selezionare ‘Rileva lingua’ e il traduttore di Google capirà di quale lingua si tratta automaticamente e la tradurrà” spiega Google sul suo blog.

 

Lascia un commento