Tempo da raincoat

Cari amici di #3D, eravamo un po’ indecisi su come inaugurare la nostra rubrica, poi, tra i vari temi, abbiamo pensato di puntare sulla moda, che sappiamo seguite con grande interesse sul blog. Messi da parte maglioni e cappotti, vogliamo segnalarvi uno dei capi must della prossima stagione: il raincoat. Dopo anni in cui il trench nella sua forma più classica – alla Humphrey Bogart in Casablanca, tanto per intenderci – ha imperato sulle passerelle, questa primavera, il protagonista è la sua versione più semplice e minimal, d’ispirazione navy. Un capo che si adatta facilmente a diversi stili, sia come capospalla su abiti da uomo, che abbinato a jeans e sneakers. Nell’uno o nell’altro caso, vi consigliamo tuttavia di osare con un colore acceso: un completo da uomo apparirà subito meno monotono e il vostro look non passerà inosservato!

1/ Per contrastare la pioggia, l’impermeabile in cotone con rivestimento tecnico della linea Brit rainc 2Burberry sceglie le tonalità del sole.

2/ Gusto bon ton e linee dritte per il trench di Pull&Bear. Ci piace il cappuccio asportabile in contrasto.

3/ Il parka Diesel non tradisce la sua vocazione denim, ma è adattissimo anche in situazioni più formali.

4/ È tagliato al ginocchio il parka in nylon di Dior, super trendy nell’accostamento arancio/blu.

5/ A righe il più famoso impermeabile disegnato a mano in Svezia: Stutterheim, naturalmente.

6/ Sostituisce la giacca il raincoat di Sisley, qui nella versione ruggine.

7/ Taglio sartoriale e doppia cintura per il trench Valentino.

8/ Ha tasche ben disegnate l’impermeabile con cappuccio di Zara. Bella la versione blu marine.

 

Luca e Mario Grossi

Twins’lifestyle

www.twinslifestyle.com