Speechless, l’app che vi salva dalle note vocali infinite

L’applicazione trasforma le note vocali in messaggio di testo. È già operativa su WhatsApp, non ancora su Telegram

Chi ama le note vocali alzi la mano. Sì, per carità, sono utilissime eh, però l’abuso è sempre dietro l’angolo e sorbirsi un monologo di cinque minuti è un fastidio logorante. Perché non telefonare? Oggi i minuti illimitati te li buttano appresso come manciate di riso a un matrimonio, non fate gli spilorci. Se poi siete circondati da gente che utilizza i cellulari come walkie-talkie allora abbiamo una soluzione per voi: Speechless, l’app che trasforma le note vocali in messaggi di testo.

L’idea è stata partorita da Becreatives Srl, un’agenzia di sviluppo e design che ha realizzato la funzionale applicazione. Non bisogna far altro che selezionare la nota vocale e inoltrarla all’applicazione attraverso il tasto ‘Condividi’: sarà poi compito del software scaricare il file audio per farlo “tradurre” ai server che restituiranno successivamente il contenuto del messaggio sotto forma di testo. Parole che potranno essere copiate negli appunti, inviate per email o condivise in una delle qualsiasi applicazioni presenti nel dispositivo (Facebook, Messenger, WhatsApp).

L’app è disponibile per iOS e Android, dispone di dieci lingue selezionabili, si scarica gratuitamente e non richiede alcun costo per la conversione delle note vocali non più lunghe di 15 secondi: tramite un acquisto in-app di 2,29 euro è possibile rimuovere questo limite convertendo qualsiasi nota vocale fino a 5 minuti di durata.

Se siete stufi di subire angherie vocali da parte del logorroico di turno o siete magari impegnati in qualche riunione di lavoro Speechless vi porterà in salvo con pochi e semplici click lasciandovi fortunatamente ‘senza parole’.

 

Fabrizio Brancaccio