Shell: è tempo di nuovi progetti sulla Spiaggia Romana

Shell, il progetto di Eugenio Tibaldi realizzato al Nabilah, appare come una gigantesca conchiglia adagiata sulla Spiaggia Romana di Bacoli. Gli interni svelano materiali naturali e colori caldi tra alberi che abitano lo spazio insieme agli elementi.

Shell, che evoca il nome della conchiglia tipica del litorale flegreo, è un luogo sospeso in cui i materiali e le forme si confondono in un continuo gioco di rimandi e sovrapposizioni”, spiega l’artista. Uno spazio concettuale indefinibile che sfugge alle classificazioni, dall’impatto fortemente emozionale, un luogo da vivere, in grado di far fruire della bellezza e del potere di uno scenario unico al mondo scoperto già 2000 anni fa, scelto dai greci e poi dai romani.

Il progetto nasce dalla lunga amicizia tra Eugenio Tibaldi e Luca Iannuzzi, proprietario del Nabilah, che ha voluto affidare all’artista il restyling della struttura con l’idea di realizzare qualcosa di unico, capace di dialogare con la potenza del luogo, la Villa romana, la roccia di tufo, il mare. Il risultato è uno spazio non convenzionale che si ispira agli elementi naturali del sito e si integra con armonia nel paesaggio, al tempo stesso imponente.

Più di 300 metri quadrati coperti da una tensostruttura che coniuga design e tecnologia, offrendosi come una trama preziosa di ultima generazione, capace di resistere ai venti forti di Ponente (fino a 68 nodi) che sferzano il litorale.

Lascia un commento