Santa Caterina: pronti a ripartire. L’Hotel icona di Amalfi riapre il 25 giugno

Santa Caterina di Amalfi

“La nostra famiglia opera da oltre 100 anni nell’ambito dell’ospitalità, per tutto questo tempo, ogni stagione, è stata inaugurata con il massimo della gioia, della voglia di accogliere i nostri clienti e dare loro il massimo in termini di comfort, relax e qualità, facendo loro scoprire un territorio unico, una perla della nostra amata Costiera. Quest’anno è tutto diverso. Siamo comunque felici, entusiasti e ancora fiduciosi di farlo, seppure con metodi e attenzioni diverse. “Aprire le porte” significa per noi, dare un segnale di speranza, di fiducia e di amore, non solo verso il nostro territorio ma verso i nostri collaboratori e le loro famiglie. La riapertura è anche l’occasione per festeggiare con i nostri clienti,  la stella Michelin, ottenuta dal Ristorante Glicine lo scorso autunno”. 

Queste le parole della signora Giusy e  Ninni Gambardella, alla guida dello storico hotel.

Politiche di cancellazione super flessibili, tariffe agevolate, pacchetti esperienziali e totale sicurezza, sono questi i punti chiave con cui riapre questo gioiello della Costiera.

Per raggiungere Amalfi, partendo da Salerno e percorrendo la statale Amalfitana, attraverso Vietri sul Mare, Cetara e Maiori, Minori ed Atrani, dopo aver oltrepassato il paese, si intravede in tutta la sua eleganza, l’hotel Santa Caterina, un piccolo gioiello incastonato nelle rocce della costiera Amalfitana, appoggiato là, in prima fila, di fronte al grande golfo.

Veduta Hotel santa Caterina

Il Santa Caterina di Amalfi è una villa liberty dei primi del Novecento precisamente del 1904 e nasce come un albergo-casa con sole sei camere. Sin dall’inizio, il progetto è stato quello di realizzare nella spettacolare cornice di  Amalfi, un hotel familiare e intimo, unico e irripetibile, dal lusso discreto.

Oggi, a distanza di oltre cent’anni, fa parte di The Leading Hotels of the World e lo stile iniziale di villa, intesa come dimora privata di grande valore, volta ad un’ospitalità di lusso, permane e ne è il fiore all’occhiello.

Di proprietà e gestione della famiglia Gambardella da oltre quattro generazioni, l’hotel si adagia nella roccia e si spalanca al sole e al mare di Amalfi, conservando il fascino della casa, con giardini secolari, orti, limonaie e aranceti con una vista mozzafiato sul golfo di Salerno.

Attenzione ai dettagli e grande cura dell’ospite sono da sempre le linee guida dell’albergo, che si distingue tra gli altri 5 stelle di Amalfi per la sua location unica a picco sul mare, con una discesa privata per accedere direttamente al beach club.

Il Duomo di Amalfi dista solo 1km dalla struttura che è immersa in un parco secolare e che permette  di immergersi nelle splendide varietà di alberi e arbusti tipici della macchia mediterranea. 

Qui si ritrovano piante e fiori di specie rare come la palma nana o un particolare tipo di felce, la Woodwardia radicans. 

Il Santa Caterina di Amalfi è uno dei pochi alberghi della costa con discesa privata al mare.

Il beach club è facilmente raggiungibile, sia percorrendo le tipiche scalinate che grazie a due comodi ascensori ricavati nella roccia. 

È caratterizzato da ampie piattaforme dotato di solarium e di una piscina riscaldata di acqua marina.

Qui si trova anche il Ristorante “Al Mare”, soluzione ideale sia per veloci spuntini che per gustare una grigliata di pesce fresco direttamente sul mare.

L’hotel dispone anche unapiccola SPA che è situata nel corpo principale dell’albergo.

Gli spazi si sviluppano su un doppio livello, molte le proposte e i pacchetti per la remise en forme come per esempio il noto massaggio al limone “Oro di Amalfi”.

La ristorazione prevede due proposte, entrambe coordinate e create dalla mano sapiente dello chef Giuseppe Stanzione e quest’anno riapre con una grande novità: il totale rinnovamento delle cucine.

Un intervento complicato e oneroso, durato tutta la stagione invernale ma che adesso vede la luce.

Il risultato è una cucina al passo con i tempi, dotata di un software molto avanzato che consente di calibrare e abbattere i consumi.

Qui anche la zona lavaggio è pensata in maniera sostenibile, i consumi sono infatti  ⅓ inferiori del normale e lo smaltimento rifiuti avviene tramite triturazione.

Dentro la cucina è stato creato uno “chef table” e nella sala principale è stata realizzata una parete in vetro dalla quale è possibile vedere lo chef a lavoro, per vivere un’esperienza unica, emozionante, esclusiva.    

Il Ristorante “Al Mare”  propone una cucina mediterranea con grande equilibrio tra  estetica e gusto: grigliate di pesce preparate con il pescato del giorno, pizze cotte nel forno a legna, paste fatte in casa dallo chef e piatti freschi di stagione.

Tutti i tavoli guardano il mare, per non perdere la privilegiata posizione.

Il Ristorante “Glicine”, il fine dining  inaugurato con la stagione 2019 e subito premiato con la Stella Michelin. 

Qui lo chef porta in tavola la cucina tipica della costa e i sapori mediterranei, in piatti di sicuro equilibrio dove la ricerca e l’innovazione viaggiano di pari passo.

Oltre al percorso degustazione indicato dallo chef, molte le proposte per vegani, vegetariani e celiaci.

La carta dei vini è di ampio respiro con un’attenta selezione delle eccellenze vinicole italiane e internazionali.

La sezione dedicata al territorio campano è attenta e variegata, pensata per illustrare e scoprire le mille peculiarità di questa interessante area vitivinicola.

Una particolare attenzione è rivolta anche alle bollicine italiane, insieme alle immancabili francesi, disponibili anche nei diversi formati.

Ambedue i ristoranti sono aperti anche al pubblico non residente in osservanza delle disposizioni nazionali per il COVD-19.

Completa l’offerta il suggestivo Bar, La Terrazza, che si affaccia sul mare. Intimo e discreto gode di una vista unica.

Dalla Terrazza del Santa Caterina è possibile ammirare  il golfo , la città di Amalfi e i giardini di limoneti e aranceti della proprietà e il mare blu sempre a cornice.

Qui l’offerta è più comfort: light lunch con materie prime di eccellenze come il club sandwich e insalate dell’orto di casa, Hamburger di scottona, Tartare di pesce. 

Accompagnati da calici di vino delle migliori etichette o da fantastici cocktail studiati apposta per la carta del food. 

StoryTeller: Davide Milone

LEGGI ANCHE ### QUANDO L’ARTE DIVENTA UN DONO VOTIVO

Lascia un commento