A Roma va in scena l’Eros in 15 mostre

Roma Fotografia 2020, va in scena l'eros

Fino al 6 aprile Roma sarà il teatro di una mostra diffusa, Roma Fotografia 2020, che si dispiega in ben 15 episodi, tra i differenti luoghi espositivi della capitale.

Insinuarsi nei meccanismi che sottendono alle azioni umane: la grande passione, l’eros, il desiderio.

Filo rosso di questa edizione è l’Eros, il rapporto che fotografia e arte in generale hanno con il desiderio e la bellezza.

L’obiettivo è stimolare la ricerca sulle motivazioni più profonde che animano i sogni e ogni azione che compiamo pur di realizzarli. Per riscoprire il talento, le capacità, le potenzialità, le aspirazioni che trovano nell’arte lo strumento ideale di espressione.

Un mese e mezzo dedicato a esposizioni, ma anche incontri, approfondimenti, workshop e laboratori didattici, a partire da un primo evento a Palazzo Merulana, con una mostra dedicata a Tina Modotti e all’eros della rivoluzione, per proseguire poi con Stelle silenti, mostra curata dall’archivio fotografico dell’Istituto Luce e altri 13 eventi a seguire.

Roma Fotografia 2020 gode del patrocinio di Regione Lazio e Roma Capitale ed è realizzato in collaborazione con diverse istituzioni culturali tra le quali CoopCulture, Fondazione Cerasi, Stadio di Domiziano, Istituto Luce e il patrocinio di Regione Lazio e Roma Capitale.

Francesca Panico

Lascia un commento