Raffaele Scalese: Esiste solo un vero lusso, ed è quello dei rapporti umani Antoine de Saint-Exupéry

#Storiediquarantena

Raffaele Scalese: i rapporti umani sono l’essenziale

Quando si guardava seduti sul divano l’ennesimo film di fantascienza targato Hollywood, si pensava “cavoli, ne hanno di fantasia”. Poi a dicembre del 2019 abbiamo visto le prime immagini da Wuhan, ancora però troppo lontane per sentirci coinvolti direttamente. Anche perché, se la cosa non accade sotto casa, è difficile che ci interessi.

A metà o fine febbraio, la data poco importa, Il Covid-19 è arrivato sotto casa e ci siamo resi conto che i protagonisti di questa catastrofe eravamo noi, non intesi come italiani, coreani o tedeschi, ma noi come esseri umani, appartenenti ad un mondo che forse, per la prima volta da anni, ci è apparso come una cosa sola, dove le differenze tra una parte e l’altra del pianeta sono solo la grandezza dei puntini rossi.

Un violento ed improvviso cazzotto nello stomaco. Da togliere il fiato per ore e giorni interi. Poi ricominci a guardarti intorno cercando un nuovo modo di vivere all’interno di quattro mura. Sei in balia di infinite emozioni, molte delle quali completamente nuove e difficili da decifrare. Restiamo in casa a combattere un nemico che per la prima volta non ha origini, non ha colori politici e che uccide da qualche parte ogni minuto.

E questo ci rende vulnerabili. Questa volta non dobbiamo schierarci a favore o contro qualcosa. Questa volta siamo obbligati a collaborare con il nostro vicino di casa, con quello in fila al supermercato, con quello al di là dell’oceano. Con tutti. Con chi ci piace e con chi non ci piace.

Abbiamo riscoperto che non siamo fatti solo di indici di borsa e di “saldo del conto corrente”. Abbiamo riscoperto che possiamo fare a meno di molte cose materiali che ci affollavano le giornate. Abbiamo anche riscoperto che abbiamo delle fragilità e che senza l’affetto di altri umani, sono difficili da superare.

Ci sono poche, pochissime cose belle da ricordare in questo periodo. Una di queste sarà ricordare quanto può essere grande l’animo umano. Vedere persone che mettono a disposizione la propria vita per salvarne altre ti fa sentire particolarmente egoista nel tuo piccolo.

Come Europa, siamo ultimamente stati lontani da guerre ed esodi. E poco ci hanno interessato le disgrazie altrui. Oggi abbiamo paura per un amico, un parente, un qualcuno che invece può vivere o sta vivendo il dramma legato alle morti del Covid-19. E la sua storia, le sue parole, la sua sofferenza, ci colpiscono in prima persona, coinvolgendoci in questo dramma.

Non so se resteranno i buoni propositi degli hashtag, degli arcobaleni, delle candele fuori dalle finestre. Il mondo non è e non sarà mai una comunità francescana. Quello che deve restare è che l’essere umano, se unito, ha dei grandi valori che lo portano a collaborare per un obiettivo unico e superiore rispetto all’egoismo del singolo. E questo senza prezzo, senza interessi. Solo seguendo il proprio istinto da umani.

Vorrei ci restasse dentro questo. Più di ogni altra cosa.

Raffaele Scalese

Instagram

Fashion Business Advisor e Founder Mano Brand

Leggi Anche ### FRANCESCA RAGONE: LA BELLEZZA CHE COMUNICA

Lascia un commento