Il marketing territoriale tra mito e realtà

Puglia Ph. Fabio Dentamaro
Puglia Ph. Fabio Dentamaro

Puglia e il marketing territoriale

Viaggiare non vuol dire soltanto scoprire posti nuovi, farlo eticamente è l’occasione per osservare quei luoghi da un punto di vista migliore.

Avere davanti ai propri occhi uno scenario da contemplare, un paesaggio da scrutare, una strada da calpestare o la pietra di un muro da accarezzare: questo significa conferire valore a ciò che si sta vivendo.

Quando conosci l’inaspettato la parola d’ordine è rispettare ciò che è stato e che esiste ancora. Il nostro dovere è quello di scoprirlo e raccontarlo.

Puglia
Puglia Ph. Fabio Dentamaro

Il turismo etico è alla portata di tutti. Non ci sono costi economici, non esistono disuguaglianze sociali, tutto si basa sulla libertà di pensiero. L’azione è ciò che conta, la consapevolezza ne rappresenta la condizione necessaria.

Puglia Ph. Fabio Dentamaro
Puglia Ph. Fabio Dentamaro

Il nuovo trend del turismo 2021 sembra essere la propensione a viaggiare in modo sostenibile, slow impact.

La Puglia è la regione italiana che sta riscuotendo maggiore successo perché la spiccata volontà di mantenere intatta la sua identità ha conquistato subito tutti. Non a caso, in base ad un’indagine condotta dal Codacons, la Puglia si è aggiudicata il primo posto della classifica delle mete preferite dai viaggiatori nel 2020.

Il motivo di questo trionfo è dovuto all’espansione di un nuovo concetto friendly di turismo. Sulla falsariga di quanto già avviene nel Nord Europa, in Puglia il turismo etico sta diventando una realtà territoriale importante. Non solo vanta acque cristalline tra le migliori d’Italia ma anche aree naturali protette e riserve marine; queste sono le nuove sedi di un turismo alternativo, da promuovere senza pregiudicare un luogo che ha tutto il diritto di sopravvivere.

Puglia Ph. Fabio Dentamaro
Puglia Ph. Fabio Dentamaro

C’è un posto in Puglia, noto come il paese azzurro, si tratta di uno dei borghi più antichi d’Italia, il suo nome è Casamassima. Le sue origini si perdono tra racconti leggendari e una realtà evidente. Non passano inosservati i vicoli lunghi e stretti, i numerosi scalini e le pareti esterne delle abitazioni, tutti completamente dipinti di azzurro.

La storia narra di un voto religioso fatto alla Madonna di Costantinopoli dal signore di Casamassima Michele Vazz il quale, scampato miracolosamente al contagio della peste, dispose una drastica procedura di pulizia imbiancando tutto il paese con la calce viva.

Puglia Ph. Fabio Dentamaro
Puglia Ph. Fabio Dentamaro

A quest’ultima fu aggiunto un tocco di azzurro per ricordare il manto della Madonna che aveva ascoltato le preghiere dei Casamassimesi.

Si potrebbe pensare ad una trovata pubblicitaria, in realtà si tratta di un colore diventato ormai un’icona turistica e di cui i Casamassimesi vanno fieri e che raccontano a chiunque voglia ascoltarla.

#STORYTELLER: FELICIA MERCOGLIANO

SCOPRI LO SPECIALE #ETICO DI #3D MAGAZINE

CLICCA QUI PER SFOGLIARE LA VERSIONE DIGITALE #SPECIALE #ETICO

ORDINA LA TUA COPIA OMAGGIO

#ISSUE22 #SPECIALE #ETICO