Nüwa City, la trend destination del 2054

NÜWA CITY

Nüwa è il nome della città autonoma e sostenibile da un 1 milione di abitanti, che entro il 2054 potrebbe essere costruita sul Pianeta Marte

ABIBOO Studio è l’autore della pianificazione urbana e del progetto architettonico presentato al concorso indetto dalla Mars Society e interamente sviluppato dalla rete SONet, composta da scienziati e accademici di calibro internazionale impegnati in diversi settori di ricerca. 

Tharsis è la regione del pianeta rosso, individuata per l’edificazione di Nüwa. 

Tempe Mensa è la scogliera marziana su cui sorgerebbe la città verticale che sfrutterebbe così l’accesso a fonti di acqua e alla luce solare indiretta. 

Macro Building – edifici scavati nella roccia – gallerie, strade asfaltate, ascensori ad alta velocità, treni leggeri, autobus, Green Domes – parks e greenhouses – tunnel tridimensionali: l’insediamento umano su Marte potrà contare su un design urbano e territoriale smart. 

NUWA CITY

Tutti i materiali necessari per la realizzazione di queste strutture saranno ottenuti dalla lavorazione soprattutto del carbonio, trattato direttamente in loco.

La futura popolazione marziana trarrebbe il principale sostentamento dall’agricoltura; mentre specifiche aree della valle sarebbero destinate all’allevamento suino, ovino o ittico.

NÜWA CITY

Attività fisiche, ricreative e sociali si svolgeranno nelle apposite Art Domes e coinvolgeranno ogni singolo cittadino.

Sperimentazione, esplorazione o fantascienza?
NÜWA CITY ON MARS

Abitare su Marte e vivere il pianeta rosso sembra non essere più un’utopia. 

Un disegno avveniristico selezionato tra altri 175.

Un’unica strategia di sviluppo urbano per un modello di edilizia residenziale applicabile anche in altre zone della superficie marziana per la fondazione di twin cities.

La finestra di lancio per Marte si aprirebbe ogni 26 mesi e con una durata compresa tra trenta giorni e tre mesi.

Il biglietto per il pianeta rosso costerebbe circa $ 300K. Ad un posto a sedere in una navetta con servizio regolare e sulla corsa di sola andata, seguirebbe la sistemazione in un’unità abitativa di 25 – 35 m² e la firma di un contratto di lavoro pienamente valido e vincolante. 

Il futuro della colonizzazione spaziale è decisamente su Marte.

#STORYTELLER: FELICIA MERCOGLIANO

SCOPRI LO SPECIALE #ETICO DI #3D MAGAZINE

ORDINA LA TUA COPIA OMAGGIO

#ISSUE21 #SPECIALE #ETICO

Lascia un commento