Nessuna è in grado di difendersi da sola

Ad #3D Gessica Notaro, la modella sfregiata con l’acido dal suo ex compagno, racconta la sua storia.

Gessica Notaro appena 28 anni, ex modella e finalista di Miss Italia, ha raccontato con decine di foto dalla sua pagina Facebook, gli istanti immediatamente successivi all’aggressione e il lungo periodo di guarigione, senza nascondersi mai, perché “dev’essere lui a vergognarsi”.

Sfregiata con l’acido dal suo ex compagno, il capoverdiano Eddy Tavares che, come tanti altri uomini, non aveva accettato la fine della loro storia, condannato di recente a dieci anni di carcere (più otto per stalking) per il crimine commesso ai danni della modella di origini riminesi, è un esempio per tutti.

Il periodo più brutto è stato in ospedale, temevo di rimanere completamente cieca., poi, un po’ per la mia forza di volontà, ci ho sempre creduto, e un po’ per miracolo, sono molto cattolica, mi è tornata la vista a poco a poco e adesso sono più serena, penso solo al presente”.

Dopo numerosi interventi di ricostruzione, cui ne seguiranno altri, e aver perso un occhio che, adesso, porta bendato, Gessica ha trovato la forza di cominciare a combattere pubblicamente, partendo dalla sua intimissima esperienza, il fenomeno odioso della violenza di genere, divenendo un simbolo assolutamente positivo contro i maltrattamenti sulle donne.

Decine le sue apparizioni in tv, a convegni o ad appuntamenti pure istituzionali dedicati all’argomento: ha persino sfilato, fuori concorso, all’ultima edizione di Miss Italia, per ricordare che la bellezza altrui è un dono che nessuno ha il diritto di pretendere o violentare. Ad #3D Magazine Gessica ha confidato di riuscire finalmente a ‹‹trascorrere attimi di naturalezza, di semplicità, provando a godersi il momento senza preoccuparsi troppo del seguito o del futuro››. Una ragazza forte, gentile, emancipata, davvero sui generis e in linea col mood della nostra rubrica: ambasciatrice contro lo stalking, che non ha paura di ricordare ma preferisce immaginare e che ritiene ‹‹necessario sensibilizzare le nuove generazioni e una fascia sempre più grande di gente capace di ascoltare per contrastare il femminicidio e la violenza sulle donne. Bisogna combattere, senza arrendersi mai e parlare sempre di queste cose – promette – consapevoli che un gesto contro qualcuna offende tutte e che nessuna di noi è in grado di difendersi da sola››.

 

Fabio Falabella