Nel 2018 cinema d’autore, supereroi, cani animati e animali fantastici

Il 2017 volge al termine e, con la fine dell’anno, salutiamo i tanti film che ci hanno fatto sognare: da “La La Land” a “BladeRunner 2046”, senza dimenticare il capolavoro bellico di Nolan, “Dunkirk”. Diciamo anche addio a pellicole come “Poveri ma ricchissimi”, re del box-office natalizio – la domanda è: Perché? -. Nella speranza che il prossimo anno ci riservi meno film degni dei premi Razzies, gli Oscar in negativo, ecco la nostra selezione dei più attesi per il 2018, divisi in categorie.

1) Nerd – Vessati e messi in disparte per troppo tempo, sono ormai i più coccolati dai produttori cinematografici perché, semplicemente, vanno al cinema! Il maggior numero di uscite rilevanti è dedicato a loro. Per gli amanti dell’avventura, dal 1 gennaio arriverà in sala “Jumanji”, mentre “Tomb Rider”, che ha già dato vita ad un polemica sul decolletè ‘troppo minuto’ di Alicia Vikander, non sarà in sala prima del 16 marzo.

Per chi invece preferisce i supereroi, ad aprile tornano gli X Men, con il nuovo capitolo “The New Mutants” e gli Avengers nell’attesissimo “Infinity War – Part I”, mentre il 2 novembre attendiamo che Sophie Turner, la Sansa Stark de “Il Trono di Spade”, riprenda i poteri psichici di Fenice in “X-Men: Dark Phoenix”. Discorso a parte per “Deadpool 2”, supereroe, sì, ma logorroico e turpiloquiante, che non vediamo l’ora di rivedere in sala il 1 giugno, impersonato da Ryan Raynolds. Ancora, “Aquaman”, in uscita il 21 dicembre, un altro film DC che speriamo non scimmiotti la Marvel; il cast, con Nicole Kidman, Willem Dafoe e il ritorno dell’aitante Jason Momoa, visto in “Justice League”, farebbe ben sperare.

Ultima, ma non meno importante, una nuova ‘storia’ legata all’universo di “Guerre Stellari”: “Solo: A Star Wars Story”, sul pilota/contrabbandiere che avrà sempre il volto di Harrison Ford. Ne scopriremo le origini con la regia di Ron Howard, che ha sostituito i predecessori in corso d’opera, e la faccetta imberbe di tale Alden Ehrenreich. Paura, eh?

2) Per i nostalgici – Il secondo capitolo del nuovo ciclo di “Jurassic Park” con Chris Pratt uscirà il 7 giugno. Entrano di diritto in questa categoria anche i Potterhead – fan di Harry Potter – che aspettano con ansia “Animali Fantastici e i crimini di Grindelwald”. Da un’analisi superficiale, la presenza di Jude Law e Johnny Depp nel film, assieme a Eddie Redmayne, potrebbe essere l’attrattore. Nella realtà, per un fan del maghetto occhialuto assistere alle avventure del giovane Silente (Law) contro il più grande cattivo del mondo magico (Grindelwald – Depp) non ha prezzo. Ultimo, ma solo in ordine di tempo, il sequel che non ti aspetti: “Mary Poppins Returns” (25 dicembre 2018).

3) Film d’autore – La notizia è che “The man who killed Don Quixote” di Terry Gilliam, con Adam Driver (Kylo Ren nella nuovissima trilogia di Star Wars) uscirà nel 2018, dopo le molteplici e alterne sfortune – la lavorazione ha impiegato decenni, cambi di attori, tra cui Johnny Depp, protagonista del documentario “Lost in La Mancha”, Robert Duvall e Ewan McGregor -.  Altrettanto atteso il patinato nuovo film dell’enfant prodige Xavier Dolan, “The Death & Life of John F. Donovan” con Kit Harington e Natalie Portman e “Isle of Dogs”, il film d’animazione diretto da Wes Anderson che aprirà la Berlinale 2018.

4) Spielberg Maniaci – “Ready Player One” uscirà a marzo 2018 e racconterà un futuro distopico con il mondo sull’orlo del caos, la cui unica salvezza per gli esseri umani sarà una realtà virtuale chiamata OASIS. Alla morte del suo creatore, partirà una caccia al tesoro/EasterEgg per ereditarne le fortune.

5) Di Caprio Maniaci – Il re del mondo sta tornando in un film che racconta l’antimafia prima della nascita di Cosa Nostra. Siamo negli Stati Uniti d’America, inizio ‘900, il protagonista è Joe Petrosino, ad interpretarlo Leonardo Di Caprio, anche in veste di produttore. Il film, dal titolo ”The Black Hand”, letteralmente traducibile con ‘la mano nera’, è ancora in lavorazione, ma l’anno di uscita previsto è proprio il 2018. Arriverà in tempo per la corsa agli Oscar? A Di Caprio toccherà una trasformazione fisica e questo, si sa, agli Academy piace…

A noi non resta che augurare, a tutti i lettori di #3DMagazine, un anno all’insegna del buon cinema!

 

Emma Di Lorenzo