Neapolitan Republic: Artisti provenienti da tutto il mondo raccontano Napoli

Neapolitan Republic

NEAPOLITAN REPUBLIC

Raccontare Napoli attraverso gli occhi di artisti italiani e internazionali, promuovere e diffondere un’idea della città lontana da cliché e luoghi comuni, dar vita ad una vera e propria controinformazione per difendere una napoletanità sana e creativa. 

Questo e molto altro è Neapolitan Republic, un progetto pensato e voluto da Dante Faletto imprenditore napoletano che, nonostante lo stop forzato del lockdown e le difficoltà di ripresa in questa fase dura della convivenza con il virus, vuole con forza rilanciare e portate avanti.

Neapolitan Republic fa scouting di artisti provenienti da tutto il mondo per dar vita ad opere d’arte che raccontano la città attraverso visioni nuove, opere e disegni unici nati dalla full immersione che gli stessi artisti hanno nella città di Napoli.

Tra gli artisti di Neapolitan Republic: la berlinese Andrea Villanis con un progetto completamente dedicato alla visione di Napoli attraverso i mandala, Giuseppina Gazineo con un’opera dedicata a Scampia dal titolo “Mission”; Gabiele Rollin con “Vico Esclamativo” ed una versione di “San Gennaro” innovativa rispetto all’iconografia classica; Elle Illustrations con una visione completamente nuova della pizza napoletana raffigurata nella sua “Parte di te”; lo street artist IABO con “Basquiat” e l’architetto Giuseppe di Costanzo con “TazziNa”.

Ma questo progetto vuole coinvolgere l’intera città, con le sue persone, i suoi professionisti che lavorano, resistono e comunicano un’idea di Napoli viva, diversa dai luoghi comuni.

Non solo artisti infatti ma anche “ambassador” per Neapolitan Republic: napoletani che con il loro lavoro, il loro impegno, la loro creatività e resistenza, diffondono un’altra idea della città.

Esempi positivi di Napoli e per Napoli, con i quali mettere in campo iniziative culturali, artistiche, di impegno sociale e civile senza mai abbandonare il territorio attraverso una nuova narrazione che coinvolga e renda partecipe tutta la città.

Sono tanti gli ambassador che hanno sposato il progetto, dal mondo del food a quello del Teatro: c’è il Nuovo Teatro Sanità, Dario Sansone dei Foja, Alessandro Condurro dell’Antica Pizzeria da Michele, Enrico e Carlo Alberto Lombardi della storica pizzeria Lombardi 1892 a Via Foria, Fabiana Sera voce nazionale e icona della lotta al cyberbullismo, Leopoldo Infante della Taralleria napoletana, Dario Albano storico bartender e figura di riferimento del mondo della notte napoletano, Fabio Ditto imprenditore che ha dato vita al marchio tutto napoletano di birra artigianale “Kbirr”.

Nel rispetto delle norme e misure di sicurezza che caratterizzano il periodo che stiamo vivendo, abbiamo deciso di rilanciare e rafforzare il progetto NR. 

Napoli merita di più, merita un racconto costante ed onesto delle sue eccellenze, delle sue arti, delle sue strade, delle sue tradizioni e questo racconto vogliamo portarlo in giro attraverso le opere d’arte di questi artisti. 

– sostiene Dante Faletto –

Vogliamo continuare a sostenere il nostro progetto ed il nostro lavoro nonostante questa fase così incerta che stiamo vivendo.

Abbiamo in programma tante attività ed iniziative in cui saranno coinvolti i nostri ambassador e i nostri artisti.

Vogliamo dare un forte segnale al mondo dell’arte, del turismo e della cultura – mondi messi in ginocchio da questo virus, ma che in qualche modo devono andare avanti.

Soprattutto qui al sud, nella nostra città.

LEGGI ANCHE ### IMMA TATARANNI 2, PRESTO AL VIA LE RIPRESE

Lascia un commento