Monica Vitti ci lascia in silenzio

MONICA VITTI
MONICA VITTI

Monica Vitti, pseudonimo di Maria Luisa Ciciarelli, icona del cinema italiano è morta oggi a 90 anni.

Se n’è andata in silenzio, lo stesso silenzio che la ha accompagnata negli ultimi 20 anni, soffriva di una malattia degenerativa che non le ha più permesso di presenziare in pubblico.

Nata a Roma il 3 novembre 1931 e cresciuta a Messina per i primi otto anni, ha esordito sui palcoscenici teatrali nel 1954 per poi cogliere l’attenzione di Michelangelo Antonioni che la rese interprete di molti film internazionali tra cui: “L’avventura” (1960); “La Notte” (1960); “Deserto Rosso” (1964).

Artista poliedrica, dalle mille sfaccettature, grande stella sul set insieme a colleghi memorabili tra cui Alberto Sordi, Ugo Tognazzi, Marcello Mastroianni, lei era l’incarnazione vivente dell’epoca d’oro del cinema italiano.

È stata l’unica donna vincete che ha tenuto testa agli attori del tempo mantenendo la sua innata femminilità.

“La Notte”

Monica Vitti e il suo charme

La sua voce rauca, che non amava particolarmente, la ha resa sempre più particolare e inconfondibile donandole uno charme comunicativo unico nel suo genere.

Dotata di un’ironia spiccata, dava sempre verità a tutti i suoi personaggi, moderna sempre molto attuale.

È un’attrice che andrebbe studiata.

Tutti hanno un grande ricordo di lei per il suo talento e la sua dedizione, facendo arte nascondendo l’arte, con lei muore un certo cinema.

Carlo Verdone

Gli amori di Monica Vitti

MONICA VITTI
MONICA VITTI

Durante la sua carriera ha ricevuto numerosi riconoscimenti tra cui il Leone D’Oro alla carriera nel 1995, ben cinque David di Donatello, l’Orso d’Argento come migliore attrice nel film “Flirt” nel 1984 e tanto altro.

La Vitti ha avuto tre grandi storie d’amore.

La prima con il regista Michelangelo Antonioni, poi con il direttore della fotografia Carlo di Palma e infine il suo attuale marito Roberto Russo che la ha accudita e protetta in tutti questi anni.

Ci lascia un’anima unica e la ricordiamo con una delle sue frasi:

Dicono che il mondo è di chi si alza presto. Non è vero. Il mondo è di chi è felice di alzarsi.

Monica Vitti

#STORYTELLER: PALMA SOPITO

CLICCA QUI PER SFOGLIARE LA VERSIONE DIGITALE #SPECIALE #ETICO

SFOGLIA LO SPECIALE #ILLUMINATO DI #3D LATO YIN #COVERSTORY ACHILLE SCUDIERI

SFOGLIA LO SPECIALE #ILLUMINATO DI #3D LATO YANG #COVERSTORY FRANCO SILVESTRO

ORDINA LA TUA COPIA CARTACEA #SPECIALE #UMANITÀ

#Issue #Speciale #Umanità