Moda Uomo 2016 – Le tendenze per la prossima stagione da anticipare già da adesso

Mai come per questa edizione di Moda Milano Uomo, il trend non è né unico né tantomeno distinguibile. La parola d’ordine è libertà. Libertà di espressione, di giocare, di interpretare i trend passati e presenti, di stile. Per la stagione Autunno/Inverno 2016, le presentazioni di Milano non hanno tracciato un quadro coerente, quindi il guardaroba dei maschietti potrà trasformarsi in un crogiolo di colori, forme e tessuti più disparati. Per essere alla moda basterà oscillare dal casual al classico, inserendo capi tradizionali ma con dettagli che guardano al futuro. Ecco perché ci sono dei capi cult, intravisti sia al Pitti Uomo che a Milano, intorno a cui costruire un look di tutto rispetto.
La felpa – Stampata, con scritte inequivocabili e distinguibili da un miglio. Può avere toni accesi o più tenui, l’importante è che sia monocromatica e che sia abbinata sapientemente a pantaloni classici e camicia bianca.
La stringata – Stavolta è di pelle martellata, meglio se ricorda il coccodrillo (finto, si intende) e con suola molto spessa. Qualcuna diventa quasi una sneakers, altre invece mantengono intatta la forma tradizionale.
Cappotto doppiopetto – Alcune regole è meglio non infrangerle: spesso si rischia di esagerare in quanto a trasgressione. Quindi è sempre ben accetto il cappotto in doppiopetto in cachemire, stavolta più lungo del solito (attenzione se l’altezza non è il vostro forte) e in colori come il cammello e il canna di fucile.
Sciapra Maxi – Lenny Kravitz docet: la sciarpa statement tornerà per il prossimo inverno, più prorompente che mai.
È il caso, quindi, di apprendere questi quattro trend e anticipare le prossime tendenze.

Mariagrazia Ceraso