Look anni ’70 per l’Autunno/Inverno 2015: tutti i consigli per l’outfit perfetto

look anni '70

Dalla disco alla vita di tutti i giorni, il look anni ’70 è tornato in auge durante tutta l’estate. La tendenza si protrae anche per l’Autunno/Inverno, con la rivisitazione di capi e accessori tipici di quegli anni.

I capi cool degli anni ’70

I moti studenteschi del ’68, caratterizzati dallo stile hippie, sono stati fondamentali per la moda del decennio in questione, influenzando i capi topici. Camicie a fiori, collane, lunghe, minigonne ascellari, jeans a zampa di elefante, stampe geometriche e colorate per la discoteca, ma ancora motivi etnici ed orientali, anelli mixati, zeppe e top ricamati. Tutto questo era presente negli armadi delle ragazze dell’epoca e oggi torna la tendenza ancora più forte di prima.

Dalle passerelle di Milano, Parigi, New York e Londra, si è affermato, unico e onnipresente, il suede o pelle scamosciata. Comune denominatore di un trend ormai già attecchito tra le fashioniste, il suede invaderà gli outfit più alla moda e ricercati del prossimo Inverno.

I capi che non devono mancare per un look anni ’70 

Lo stile anni ’70 è fantasioso e ricco. La parola d’ordine è osare, osare e ancora osare. Pochi limiti all’estro, tanto colore e tanti accessori. Le nuances sono quelle calde della terra, dell’ocra, del rosso marsala, del verde bottiglia e del blu oltreoceano. Non mancano accenni psichedelici (soprattutto per la sera) e punte di oro.

Accessori vivaci – Niente paura di eccedere o di arricchire troppo la mise. Gli accessori del perfetto look anni ’70 sono tanti e colorati. Via libera ad anelli con pietre colorate, multi bracciali, collane lunghe, in legno, materiali artigianali, dipinti a mano. Per i capelli, è bene arricchirli con fasce per tenere a bada la chioma e, per completare, occhiali da sole. Questi ultimi, meglio se grandi, tondi o squadrati.

Zampa di elefante – Jeans o pantalone? Non importa. Banditi i tagli skinny e troppo aderenti, se non per la parte superiore della coscia. La svasatura ampia alle caviglie è d’obbligo se si vuole sfoggiare un look degno di questi anni. Il colore prediletto è il cachi, con accenni terrosi e il blu profondo del denim.

 Suede – Che sia una minigonna, un trench, un gilet sfrangiato o una t-shirt, il suede non può mancare per completare il perfetto look anni ’70. Il capo cult è il trench/cappotto doppiopetto lungo fino alle ginocchia, da portare annodato in vita e con colletto alzato.

 Gonna – Si fa cortissima, in camoscino marrone o di tessuto stampato. E’ l’epoca del cambiamento, della rivoluzione, della rivalsa dei diritti delle donne e delle mescolanze con altre culture. Come la abbini in inverno? A una camicetta a maniche di pipistrello.

 Completo – Il classico completo giacca pantalone è da ritenersi un po’ agée. Meglio optare per un blazer lungo, con o senza cintura alla vita e un pantalone a palazzo. L’ideale è il monocolore: bianco è sicuramente la scelta più chic. Come terminare il look? Camicia ton sur ton con maxi fiocco da legare al collo.

 Borsa Tracolla piccola in cuoio, con rilievi a contrasto, con frange o semplice. A mezzaluna, tonda o rettangolare. Va portata lunga solo su di un lato.

 Zeppe e tacchi quadrati – Nulla da aggiungere. Le zeppe sono il must per le scarpe. Adatte a tutte se sono parte di stivaloni overknee, non proprio se si parla di stringate o Mary Jane. Quindi attenzione a come portarle: diventano molto rischiose se non si ha una gamba longilinea e una silhouette slanciata. Meglio optare per un tacco quadrato, da abbinare a un giaccone di pelliccia e un turbante prezioso.

di Mariagrazia Ceraso

 

 

Lascia un commento