La zucca, protagonista indiscussa dell’autunno

La zucca

La Zucca

È evidente, non c’è alcuna traccia di rima baciata; ma la mente viaggia e in un istante atterra in Irlanda dove ha origine la leggenda di Jack O’Lantern.  

Poi c’è la versione fiabesca, quella che vede la zucca trasformarsi in una splendida carrozza con un bibbidi bobbidi bu.

Globosa, a turbante, allungata o appiattita, la sua forma, talvolta bizzarra, cattura inevitabilmente l’attenzione tanto da diventare un oggetto ornamentale. 

Il suo colore cambia dal bianco lucente al rosso vivo, non mancano le varianti crema, rosa antico, giallo sole, arancio intenso, grigio perla e verde foresta. 

Portare la zucca in tavola è un piacereLa polpa, può essere consumata fresca, solo se la sua consistenza risulta particolarmente croccante e il sapore delicato; diversamente, la si può cucinare al vapore, lessata, stufata, alla brace o in forno. 

LA ZUCCA

I semi una volta sciacquati, si asciugano e si lasciano essiccare all’aria aperta o si tostano per alcuni minuti. Con la buccia si può realizzare un ottimo piatto anti-spreco, una gustosissima pseudoparmigiana, condita con sale, pepe ed un filo di olio evo.

I fiori, dall’aspetto gentile e sorprendentemente elegante, in pastella e farciti con un morbido ripieno a base di ricotta vaccina sono ideali da friggere. 

I giovani butti della zucca, ovvero i rami ascellari rampicanti, sono veri e propri germogli da degustare a crudo in insalate miste. 

Le foglie sono dolcissime e vanno considerate come una comune verdura. Bella da vedere, buona da mangiare; la zucca inaugura così i primi freddi dell’anno!

#STORYTELLER: FELICIA MERCOGLIANO

LEGGI ANCHE ### SUITE 102, IL BARTENDING ORA HA FINALMENTE UN SENSO

Lascia un commento