La musica senza frontiere di Pàscal Viscardi

Pàscal Viscardi

Pàscal Viscardi

È un dj e producer di origine italiana nato e cresciuto a Ginevra, è Pascal Viscardi uno dei volti del panorama musicale degli ultimi anni.

Trentasei anni, più della metà passati a creare musica tra balearic post-disco, funky, house-no-house.

A nove anni impara a suonare la chitarra grazie al papà napoletano. I suoi miti erano Battisti, Pino Daniele, Dalla, De Gregori.

Ama la musica dei gruppi anglosassoni post rock degli anni 80’, 90’ ma chi ha contribuito profondamente ad accrescere la sua passione per la musica è stata Martina sua cugina che nelle estati che Pascal trascorreva con la sua famiglia a Napoli gli faceva ascoltare l’House di Vega con Masters at Work.

È interessato ad ogni genere di musica da quella house, reggae, musica giamaicana. La sua curiosità cresceva e con essa la voglia di crearla e non solo di ascoltarla.

Così, inizia mixare in giro per la Svizzera creando un duo con il suo migliore amico con il quale condivideva questa enorme passione. Poi è la volta di Lione, Parigi, Berlino e il Giappone per ben cinque volte di seguito.

Dieci anni tra sperimentazione e ricerca, venti vinili che mostra con orgoglio di cui “Nero di seppia” 45 giri, Arcipelago 33 giri, due creazioni in particolare di cui va molto fiero e il suo ultimo lavoro “Il sogno di Carmen” registrato con Alano Santo percussionista del gruppo svizzero rivelazione dell’anno L’Eclair. “Il sogno di Carmen” è il risultato di un produttore solitario che incontra un musicista nomade. La nascita di una nuovissima amicizia. Il duo racconta una storia di vacanze che inquadra l’attuale spirito musicale di Ginevra: sperimentale, sincero, ibrido e caldo.

Pàscal Viscardi Dj & Producer

Collaborazioni importanti, tra le tante una con l’etichetta Periodica Records.

“Sono napoletani, una bella realtà musicale. Il loro lavoro di ricerca è incredibile: riuscire a creare musica con accenni chiari al passato ma in chiave moderna”.

A Ginevra collabora con Les Disques Magnètiques Label e con Bongo Joe negozio che propone grande selezione di dischi di vinile, cassette e una selezioni di cd e libri, l’obiettivo è scovare giovani talenti emergenti nella scena ginevrina.

“Le città di Napoli e Ginevra si assomigliano molto sotto questo aspetto, sul modo di pensare e di vivere una comunità di appassionati alla musica elettronica. Non ci sono frontiere. Tutto è una fusion, un condensato del bello che c’e stato prima ma rivisitato con un sound attuale”.

La situazione di confinamento a causa del Covid-19 è stata per Pascal un momento per riflettere sul nostro modo di vivere lasciando spazio a domande e spunti di riflessione.

“Sono convinto che al primo accenno di normalità tutto purtroppo tornerà come prima. Ritorneremo alla quotidianità forse non trarremo insegnamenti importanti da tutto ciò che è accaduto. A livello musicale credo che le produzioni future saranno più profonde, l’animo dell’artista è stato smosso da questo terremoto e penso che la differenza si farà sentire. C’è stato più tempo per fare ricerca, lavorare su sè stessi.

Questo distacco con il mondo penso che per chi ha avuto la sensibilità di cogliere l’ispirazione, sia stato un momento più che positivo”.  

Valentina Nasso

Pascal ViscardiPeriodica Records/Les Disques MagnétiquesSelecta DJ Set Vidéo Live da Bongo Joe Records (Genève/CH)Sabato 3 maggioOre: 18:30

Pubblicato da 3DMagazine su Sabato 2 maggio 2020

LEGGI ANCHE ### IL VIOLINISTA E COMPOSITORE ALESSANDRO QUARTA SCRIVE UNA LETTERA IN DIFESA DEI LAVORATORI DEL MONDO DELLO SPETTACOLO!

Lascia un commento