La bambina che non voleva cantare: la fiction di Nada su RaiUno

Nada ” la bambina che non voleva cantare “

Stasera in prima serata una nuova fiction proposta dalla Rai che ricorda gli esordi della cantante italiana Nada Malanima.

Tecla Insolia è l’attrice protagonista, ha diciassette anni è una cantante e vincitrice del premio Lucio Dalla per le Giovani Proposte a Sanremo.

Nel ruolo di Viviana, la madre di Nada, l’attrice Carolina Crescentini.

Il rapporto madre figlia è il fil rouge della fiction.
Nada canta per la madre che soffre di una forte depressione, un giorno una suora scopre la sua magnifica dote: la sua voce e in Viviana si accende la luce della speranza.

Da quel momento la vita di Nada cambierà totalmente tra provìni e impresari e sarà strappata dalla quotidianità di adolescente per rincorrere un sogno che non è il suo ma quello della madre che vive un riscatto sociale attraverso il suo talento.

La vita semplice di Viviana, una donna dalle umili origini il cui marito è troppo impegnato per comprendere il baratro in cui lentamente stava precipitando, oscilla tra momenti bui e la magia delle canzoni di sua figlia.

Un enorme sforzo per Carolina Crescentini interpretare Viviana e l’ombra nera che oscura la sua anima.

Ho fatto molti provìni per questo ruolo. Mi sono confrontata con la regista, Costanza Quatriglio sulla vita della cantante italiana, ho letto il libro  “Il mio cuore umano” scritto dalla stessa Nada Malanima. Pian piano mi sono costruita il ruolo nel rispetto di una donna che non è stata aiutata a combattere le sue fragilità a causa dell’ignoranza sovrana in quei tempi. Oggi per fortuna viviamo in un momento storico in cui possiamo confrontarci con analisti e possiamo farci un regalo rivolgendoci ad uno specialista.

Carolina Crescentini

SCOPRI LO SPECIALE #ETICO DI #3D MAGAZINE

ORDINA LA TUA COPIA OMAGGIO