Il giustiziere Mura a terra

Dlin, dlon!

– Chi è?
– Salve, c’è un pacco per il signor Ovisuba.
– Ohoh, sarà la giacca che ho ordinato online!
Ovisuba apre la porta e si ritrova a guardare un uomo sulla trentina d’anni vestito in calzamaglia bianca e con in testa un elmetto giallo da operaio.
Alla grossa cinta dello sconosciuto sono visibili diversi attrezzi da lavoro, tra cui un paio di grossi martelli.
– Lei a che corriere appartiene?
– Ahahahahah! Sul serio, quale corriere consegna i pacchi con queste vesti? – ironizza l’uomo, indicandosi.
– Quello è Muro-a-terra! Ne ha beccato un altro!
Dal fondo della strada emergono diverse urla, mentre un folto gruppo di persone inizia ad ammassarsi e a spostarsi in direzione dell’abitazione di Ovisuba.
– Chissà come la distruggerà!
– Secondo me farà tremare la terra!
– Io gli chiederò un autografo!
Il vociare dei curiosi è talmente alto che il signor Ovisuba non impiega molto a comprendere la vera identità di chi si trova davanti. – Oh no, lei è…
– Suvvia, non faccia così. – l’uomo dall’elmetto giallo muove qualche passo in avanti, varcando l’ingresso della dimora.
– Le giuro che è tutto regolare, ho le carte!
– Davvero?
– Sì, devo solo… solo trovarle.
– Signor Ovisuba, sappiamo bene entrambi che quelle carte non esistono.
– Lei non può farmi questo, la prego… ho moglie, bambini e anche animali. Non saprei dove andare!
– Doveva pensarlo prima.
– Ma davvero… non lo sapevo… io…
– Ma se è stato lei a chiedere di farla costruire qui. – lo sconosciuto scuote il capo, afferrando uno dei martelli che ha legato alla cinta.
– La prego!

Boom!
Una sonora martellata fa vibrare buona parte della dimora.
– La prego, la smetta!
– Altrimenti? Se chiama la polizia, arresteranno anche lei.
– Non è giusto!
– Lo sa cosa non è giusto? Costruire abusivamente, ecco cosa non è giusto. Dico bene? – l’uomo si rivolge direttamente  alla folla che ormai si è accalcata intorno alla dimora di Ovisuba.
– Sììì! Viva Mura-a-terra, spacca tutto!
– Radi al suolo questo abominio! Fagli capire il rispetto per le leggi e per l’ambiente!
Ovisuba è fermo a fissare il giustiziere che gli martella le mura domestiche senza alcuna pietà. – Si diverte a sfasciare le case altrui, non è vero?
– Sinceramente, è un compito che odio.
– Allora perché lo fa?
– Per salvare vite, inclusa la sua. Costruire una casa ai piedi di un vulcano attivo… un giorno mi ringrazierà.
Boom!
BOOM!

Pasquale Aversano

Lascia un commento