Il “felice incidente” di Christian Louboutin il re della suola rossa scarlatta

Le suole rosse di Christian Louboutin sono famose in tutto il mondo. Un segno distintivo del marchio del designer di scarpe di lusso che ora vende oltre 1 milione di paia ogni anno.

40.000 paia di scarpe ispirate da viaggi, arte e cultura in tre decenni di attività.

All’Exhibition(niste), a Parigi una nuova retrospettiva racconta il processo di progettazione del designer in una mostra immersiva della sua creatività.

Il primo contatto di Christian Loubotin con il mondo delle calzature è avvenuto da bambino alla fine degli anni ’70 visitando il Musée National des Arts d’Afrique et d’Océanie quando rimase affascinato da uno schizzo di un tacco a spillo.

Durante l’adolescenza, si avvicina ad un’antologia dedicata alle famose collezioni di scarpe di Roger Vivier, decide di intraprendere una carriera nella creazione di calzature. “Quando ho aperto quel libro mi sono reso conto che la mia ossessione per il disegno delle scarpe era anche un bel lavoro. Ho pensato, ecco, questo è il lavoro che dovrei fare.”

Prima di ottenere un lavoro come assistente di Vivier ha collaborato con le migliori case di moda francesi, tra cui Dior, che gli ha conferito un ruolo in Charles Jourdan, dove ha sviluppato molte abilità tecniche.

Dopo aver lavorato su una serie di scarpe da donna per marchi storici come Chanel e Maud Frizon, Louboutin ha fatto un passo indietro per concentrarsi sul suo secondo amore, il giardinaggio paesaggistico ma alla fine il richiamo al design delle scarpe è stato forte e nel 1991 ha aperto il suo primo negozio all’interno di una galleria. “Non mi andava di lavorare per nessun altro”. – racconta il designer.

Non passò molto tempo prima che l’occhio per i dettagli di Louboutin attirasse l’attenzione della Principessa Caroline di Monaco, grazie al cui supporto riuscì ad entrare in importanti realtà come Barneys New York vendendo la sua prima collezione ai migliori giocatori internazionali nel 1993.

I tacchi con la suola rossa che Louboutin descrive come “un felice incidente” sono diventati uno status symbol. Per caso dipinge un tacco prototipo con lo smalto rosso per un look esclusivo che per oltre 10 anni ha tentato di proteggere. Nel 2010 il marchio ha lanciato la piattaforma Stopfake che mette in guardia i consumatori sui siti Web che vendono calzature Louboutin contraffatte.

All’Exibition [niste] a Parigi, il famoso designer racconta la sua prospettiva sulla differenza tra appropriazione culturale e apprezzamento culturale.

Valentina Nasso

 

Leggi Anche ### PER I 10 ANNI DI CARRIERA EMMA MARRONE PRESENTERÀ LIVE “FORTUNA” IL SUO ULTIMO DISCO

Lascia un commento