IL BACIO DI AFRODITE

Il Bacio Di Afrodite

IL BACIO DI AFRODITE – COCKTAIL

Fra gli altri esseri non v’è alcuno che sappia sfuggirle, né fra gli dei beati, né fra gli uomini mortali.

Ricetta

  • Rum diplomatico reserva exclusive
  • Liquore alla fava tonka del Venezuela
  • Liquore alle mandorle
  • Menta
  • Zenzero

Tecnica

  • Swizzle

Breve storia

Il Bacio di Afrodite si ispira ad una storica famiglia di cocktail, i famosi Julep.
COCKTAIL – IL BACIO DI AFRODITE

Questi ultimi hanno radici arcaiche, lo stesso termine Julep deriva dall’arabo Julab che vuol dire “acqua di rosa”, la quale, nell’antichità designava una particolare categoria di bevande analcoliche, preparate con petali di rose e/o violette, zucchero e acqua.

Tali cocktail vengono preparati con un particolarissimo strumento, il famoso Swizzle, da cui deriva anche il nome della tecnica di preparazione.

Preparazione

  • Mettere in una ciotola menta fresca, zenzero, ghiaccio tritato e rum.
  • Con l’aiuto dello Swizzle accarezzare la menta.
  • In questo modo i suoi freschi profumi andranno ad aromatizzare il nostro Rum, creando una leggera diluizione e raffreddamento.
  • Aggiungere successivamente i liquori di mandorla e fava tonka, continuare ad accarezzare la menta e lo zenzero.
  • Infine inserire altro ghiaccio tritato, cannuccia e decorare.

Sapore del cocktail

  • Profumato e fresco, tendente al dolce con sentori di cioccolato, zenzero, menta, cannella e mandorle.

Chiudete gli occhi e perdetevi nel bacio della Dea della bellezza.

COCKTAIL – IL BACIO DI AFRODITE

#STORYTELLER: MINO FARAVOLO – BAR MANAGER @SUITE102

LEGGI ANCHE ### SUITE 102, IL BARTENDING ORA HA FINALMENTE UN SENSO

Lascia un commento