Humor alle chicks e “Rosa” agli uomini!

Via gli Harmony dagli scaffali! La donna moderna preferisce l’humor.

All’alba della rivendicazione dei diritti femminili, l’animo della scrittrice sembra spostarsi verso nuovi orizzonti, tralasciando il genere romantico. Agli uomini dunque, la riscoperta dell’amore. Diversi gli scrittori che si cimentano con successo, in una sorta di moderno amor cortese.

Uno di questi è l’americano Nicholas Sparks, autore di bestseller come “Le parole che non ti ho detto”, “Come un uragano”,“Ricordati di guardare la luna..”

Poi c’è il francese Guillaume Musso, che trasporta i suoi lettori in un mondo tra suspense e macchina-da-scriveresoprannaturale, dove l’amore vive anche dopo la morte. All’età di 24 anni, Musso, fu infatti vittima di un grave incidente stradale a cui scampò per miracolo. Da allora in ogni sua opera solo un’esperienza estrema è capace di cambiare la coppia. Le sue opere inoltre, sono adottate nelle scuole per insegnare il valore dei sentimenti ed il superamento dei grandi traumi.
Le scrittrici invece, preferiscono il chick lit.  Ironico e anche a tratti spudoratamente erotico, il genere si rivolge alle giovani single in carriera. “Il diario di Bridget Jones” di Fielding Helen, rappresenta uno dei tanti esempi. Bridget è la classica eroina dei cosiddetti libri per single. Alla continua ricerca dell’amore e impegnata in un lavoro affascinante, il suo personaggio concilia l’indipendenza con la ricerca dell’uomo perfetto.

 

 

Sonia Sodano

Lascia un commento