Giovani e talentuosi? Restate al Sud

Resto al Sud, il bando che finanzia i giovani meridionali fino a 200mila euro

Parte oggi, 15 gennaio, il bando Resto al Sud:

Sei giovane?

Hai un’idea imprenditoriale?

Abiti al Sud?

Allora, fermati un attimo e leggi qua.

Resto al Sud è l’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali avviate da giovani nelle regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.)

Ogni soggetto richiedente può ricevere un finanziamento massimo di 50 mila euro (nel caso in cui la richiesta arrivi da più soggetti, già costituiti o costituendi, il finanziamento massimo è pari a 200 mila euro).

Un’occasione da non perdere per i giovani dai 18 ai 35 anni, residenti al sud, che non abbiano un rapporto di lavoro a tempo indeterminato e che non siano già titolari di altra attività di impresa in esercizio.

Le domande possono essere inviate dalle ore 12.00 del 15 gennaio 2018, esclusivamente online, attraverso la piattaforma web di Invitalia (tutte le informazioni sul finanziamento Resto Al sud sul sito http://www.invitalia.it/).

Un’opportunità quindi per restare a fare impresa al Sud e contrastare il fenomeno della fuga di cervelli.

Fenomeno, questo, dai numeri allarmanti: alla fine del 2016, secondo l’ultimo rapporto Svimez sull’economia del Mezzogiorno, le regioni del Sud infatti hanno perso altri 62mila abitanti.

Nel 2016 la Sicilia ha perso 9.300 residenti, la Campania 9.100, la Puglia 6.900.

Il pendolarismo nel Mezzogiorno nel 2016 ha interessato circa 208mila persone, di cui 54 mila si sono spostate all’interno del Sud, mentre ben 154mila sono andate al Centro-Nord o all’estero.

Pronti, idee, via … e in bocca al lupo a tutti.

 

G.S.