GEORGE FLOYD: protesta nera sui social

GEORGE FLOYD

GEORGE FLOYD LA PROTESTA NERA

Una foto tutta nera invade i social dei vip, cantanti, attori, sportivi o semplicemente di tutti coloro che combattono ogni forma di violenza.

George Floyd un 46enne afroamericano va a comprare un pacco di sigarette e trova la morte per mano di un poliziotto bianco.

In otto terribili minuti quella che era una resistenza a un pubblico ufficiale per aver tentato di usare una banconota falsa, diventa un omicidio.

Floyd era già in manette, non era pericoloso ma il ginocchio sul collo del poliziotto Chauvin ha esercitato una compressione tale da causargli la morte.

In un’America che combatte ancora un razzismo latente, dal 25 maggio infuria la protesta.

Migliaia i manifestanti che dimenticando i limiti del distanziamento sociale imposto dal coronavirus, sono scesi in strada contro ogni forma di razzismo.

Il video è virale, la condotta del poliziotto è sotto gli occhi del mondo intero e unanime la risposta: la condanna dell’episodio e di ogni tipo di razzismo.

Una lunga serie di foto nere anche sui social per esprimere vicinanza e solidarietà.

La protesta è degenerata e sfociata nella distruzione, in saccheggi di store come Louis Vuitton, Gucci, Micheal Kors, Nike, Adidas.

LEGGI ANCHE ### 2 GIUGNO-GIORNATA MONDIALE DISTURBI ALIMENTARI CAPITAN VENTOSA DI ‘STRISCIA LA NOTIZIA’ TESTIMONIAL DELLA CANZONE “ELEONORA SEI NORMALE”

Lascia un commento