Francesca Ragone: La bellezza che comunica

#Storiediquarantena

Francesca Ragone, Francesca Ragone

La vera bellezza è non perdersi di vista.

La bellezza che comunica, quella che nasce dall’anima. Da quando ho deciso di chiudere temporaneamente il mio studio di consulenza d’immagine, ancor prima dell’ordinanza ufficiale, ho cominciato a pensare a come rendermi utile in un momento in cui non mi è possibile potermi prendere cura delle persone da vicino. E la prima cosa che mi è venuta in mente è che in primis non dobbiamo mai perdere il contatto con noi stessi, il sé più profondo che è la nostra guida, la nostra rotta.

L’immaginazione, la creatività è la nostra miglior medicina perché quando immaginiamo, il nostro cervello produce sostanze che ci curano, che ci fanno stare bene.

Così quando ci prendiamo cura di noi, creando un make up o un’acconciatura, non solo ci vediamo più belle ma il tempo trascorso è pieno, creativo, ci regala emozioni positive.

Così ho pensato di mettere a disposizione di tutti alcuni strumenti del mestiere e dei piccoli segreti della mia Beyouty Routine con dei tutorial facili e veloci.

Ho pensato alle mamme e alle loro piccoline per passare un po’ di tempo insieme tra trucchi e colori, inviando, a chi l’ha richiesta, la mia Facechart personalizzata da colorare. Un modo per giocare con le proprie bimbe ma anche utile per riciclare in maniera creativa i prodotti inutilizzati del proprio beauty case. 

A tutte le donne che in questo momento non possono andare dal parrucchiere ho mostrato tre modalità di annodare il turbante, accessorio che amo da sempre, in modo facile e veloce. E a tutte coloro che come me non rinunciano al benessere che dona un tocco di rossetto sulle labbra ho svelato la mia Beyouty Routine per un rossetto impeccabile tutto il giorno.

Un invito il mio a non smettere di volerci bene e di sperare perché questo è necessario ora più che mai.

Francesca Ragone

Instagram

Hair, Make up, Style Coach | Founder Beyouty

Leggi Anche ### ALESSANDRO MARINELLA: LA NUOVA GENERAZIONE DELLA SARTORIA NAPOLETANA

Lascia un commento