Festival di Sanremo numero 72, al via il 1°febbraio

Festival di Sanremo 72
Festival di Sanremo 72

FESTIVAL DI SANREMO 72

Primo di febbraio data utile da segnare in rosso per l‘esordio al teatro Ariston del festival di Sanremo ancora targato Amadeus.

Fervono intanto a Roma le prove dell’orchestra del Festival con i 25 Big in gara, rispettando i protocolli anti Covid già attivati con successo lo scorso anno.

Da lunedì prossimo i musicisti e i cantanti in gara si sposteranno tutti all’Ariston per ulteriori prove.

Festival di Sanremo 72
Festival di Sanremo 72

Festival di Sanremo,  i Big in gara

venticinque Big in gara sono: Massimo Ranieri (“Lettera al di là del mare”), Sangiovanni (“Farfalle”), Iva Zanicchi (“Voglio amarti”), Achille Lauro (“Domenica”, accompagnato da un coro gospel), Aka7even (“Perfetta così”), Michele Bravi (“Inverno dei fiori”), Gianni Morandi (“Apri tutte le porte”, firmato da Lorenzo Jovanotti), Ana Mena (“Duecentomila ore”), il ritorno di Elisa a 21 anni dalla vittoria di Luce-Tramonti a Nord Est (“O forse sei tu”), Rkomi (“Insuperabile”), Ditonellapiaga con Donatella Rettore (“Chimica”), Mahmood e Blanco (“Brividi”), Giusy Ferreri (“Miele”), Giovanni Truppi (“Tuo padre, mia madre, Lucia”), Fabrizio Moro (“Sei Tu”), Highsnob e Hu (“Abbi cura di te”), Irama (“Ovunque Sarai”), La Rappresentante di lista (“Ciao Ciao”), Noemi (“Ti amo non lo so dire”), Dargen D’Amico (“Dove si balla”) e Le Vibrazioni (“Tantissimo”).

Menzione a parte per Morandi prima dichiarato out per una “Malaccorta” condivisione social della canzone di Lorenzo Cherubini (Jovanotti), poi tra 1000 scuse riammesso alla Kermesse.

Festival di Sanremo: tante conduttrici per un solo Amadeus

Le 5 co-conduttrici con Amadeus saranno Ornella Muti, Lorena Cesarini, Drusilla Foer, Maria Chiara Giannetta e Sabrina FerilliOrnella Muti, 50 anni di carriera, ha nel suo bagaglio professionale innumerevoli successi, non solo cinematografici ma quella del 72esimo Festival della Canzone Italiana sarà però la sua “prima volta”.

Così, dopo aver interpretato diversi generi cinematografici lavorando tra gli altri con Dino Risi, Mario Monicelli, Marco Ferreri, Ettore Scola, John Landis, Woody Allen, si ritroverà a scendere la scalinata di Sanremo.

Lorena Cesarini, attrice romana, una laurea in Storia contemporanea, ha vissuto la sua prima prova attoriale nel 2014 con il film Arance e martello di Diego Bianchi, cioè Zoro.

Nel 2015 ha poi recitato nel film Il Professor Cenerentolo di Leonardo Pieraccioni e trovato il successo del grande pubblico personificando Isabel, la prostituta che fa innamorare il protagonista della serie Suburra, Aureliano, interpretato da Alessandro Borghi.

Drusilla Foer, toscana, all’anagrafe Gianluca Gori, ha debuttato in teatro ma anche fatto cinema e televisione. I giornali la hanno spesso definita “Nobildonna”, ma lei preferisce chiamarsi – ironicamente – “anziana soubrette”.

Artista, cantante, attrice e pittrice, ha recitato anche nel film di Ferzan Ozpetek Magnifica Presenza ma per il popolo del web è un’icona di stile capace di prestarsi anche al sostegno di cause sociali di grande importanza.

Maria Chiara Giannetta, attrice pugliese, si è divisa fra teatro e produzioni televisive interpretando anche il ruolo di Anna Olivieri nella serie Don Matteo.

Ad assicurarle il successo è stato poche settimane fa il ruolo di protagonista in Blanca, la fiction di Rai1 in cui ha interpretato una investigatrice non vedente.

Per Sabrina Ferilli sarà la terza volta a Sanremo a coronamento di una carriera ricca di successi sia nel cinema sia in televisione.

È stata tra i protagonisti del film Premio Oscar La Grande bellezza di Paolo Sorrentino, vincitrice di sei Nastri d’argento, un Globo d’oro e sei Ciak d’oro. 

L’attrice romana, protagonista di tante trasmissioni televisive, ha condotto Sanremo nel 1996 con Pippo Baudo e Valeria Mazza ed è stata ospite speciale nell’edizione 2002 del Festival.

Tra gli ospiti sul palco del Festival anche Zalone e Cesare Cremonini

Ovviamente è presto per tutte le novità che ancora devono essere svelate dal patron, che in una conferenza stampa ad Hoc illustrerà tutto quello che vedremo nelle 5 serate che andranno in onda come sempre sulla rete ammiraglia della RAI.

Non ci resta che attendere, non manca molto a questo festival che parte tra le polemiche, dato il periodo pandemico, ma resta un momento ludico tra le decine di notizie negative con cui siamo bombardati h 24 da tv e giornali.

Ormai è cosa certa: la Rai non ha mai preso in considerazione l’ipotesi di un rinvio del Festival 2022.

La kermesse andrà in scena, come previsto, dall’1 al 5 febbraio, proprio a ridosso di quello che, secondo gli esperti, sarà il picco della nuova ondata pandemica.

Non sarà come la settimana festivaliera ‘muta’ del 2021, ma il rischio che la città possa non rispondere a pieno alla chiamata è più che concreto: gli eventi collaterali sono ad altissimo rischio, così come tutto il carrozzone che ha sempre accompagnato il Festival sino al 2020.

#STORYTELLER: CIRO TUMOLILLO

CLICCA QUI PER SFOGLIARE LA VERSIONE DIGITALE #SPECIALE #ETICO

SFOGLIA LO SPECIALE #ILLUMINATO DI #3D LATO YIN #COVERSTORY ACHILLE SCUDIERI

SFOGLIA LO SPECIALE #ILLUMINATO DI #3D LATO YANG #COVERSTORY FRANCO SILVESTRO

ORDINA LA TUA COPIA CARTACEA #SPECIALE #UMANITÀ

#ISSUE #SPECIALE #UMANITÀ