Divora la plastica e regala buoni spesa, a Napoli arriva l’Ecopoint

La raccolta differenziata, croce e delizia di ogni amministrazione comunale, è diventata un obiettivo di civiltà per ogni comunità che si rispetti, l’unica strada per evitare disastri ecologici e strumentali “emergenze rifiuti” utilizzate abilmente per rimpinguare le tasche di affaristi vari.

Parola d’ordine: ridurre sensibilmente l’indifferenziato.

Come fare? Attraverso piccole iniziative volte a educare il cittadino come quella dell’Ecopoint pubblico arrivato da poco a Napoli, un dispositivo che “mangia la plastica” e regala buoni spesa. Differenziare e guadagnare, due piccioni con una fava.

Il dispositivo è semplicissimo da utilizzare: si introducono le bottiglie in PET trasparente e/o colorato, flaconi in HDPE fino a un litro e mezzo e lattine di alluminio nelle apposite ‘bocche’, si schiaccia il pulsante e si ottiene in cambio uno scontrino valido come sconto per la spesa nel punto vendita che ha aderito all’iniziativa.

A Napoli l’Ecopoint è stato posizionato presso l’MD Discount di piazza Nazionale. Ogni ecopunto vale 3 centesimi spendibili fino al 10% della spesa, oltre al vantaggio legato alla raccolta differenziata tali sistemi consentono la riduzione delle immissioni di anidride carbonica. Il materiale raccolto viene trasportato direttamente alle aziende di trasformazione senza perdersi nei centri di smistamento ed evitando la dispersione nell’ambiente di plastica e alluminio.

Mica male, no?

 

Fabrizio Brancaccio

Lascia un commento