CRU_LE riassunto in una parola: Rispetto

CRU_LE DI LETIZIA CRUCIANI

CRU_LE

In un mondo fatto di apparenza, in cui tutto si muove nel nome del consumismo, scoprire che una giovane stilista ha come caratteristica del suo brand la sostenibilità, equivale a una boccata d’aria, una speranza di cambiamento.

Si presenta così Letizia Cruciani, designer del marchio CRU_LE (www.cru-le.com), che a soli 28 anni ha scelto di voler fare la differenza.

Essere alla moda nel rispetto di materiali, persone e ambiente.

CRU_LE DI LETIZIA CRUCIANI
Ma si può? Secondo la filosofia dell’azienda si, basta restituire valore ad ogni singolo passaggio, fino al prodotto finale, che i consumatori devono imparare a capire.

Qualità e Made in Italy sono al centro dell’identità del brand, che fonda le proprie radici in un modello di business circolare, unendo un’estetica forte ad un design versatile e modulare.

Materie prime sostenibili e riciclate, con servizi al cliente entrambi creati per accompagnare il capo nel suo intero ciclo vitale.

Ogni capo infatti ha tante vite, pensato per avere più combinazioni possibili e creare un nuovo concetto di minimalismo non minimale, ma con uno stile forte e particolare.

I capi spalla sono modulari, venduti in set per adattarsi alla vita di ogni giorno e permettere a chi li indossa, di giocare con l’estetica del cappotto ad esempio, cambiandone le combinazioni dei vari pezzi.

CRU_LE DI LETIZIA CRUCIANI
Meno capi, quindi, ma di valore, durevoli e versatili che riescono a coprire ogni evenienza e che ricordano che agire bene, rispettando le persone e l’ambiente, produce sempre ottimi risultati.

I capispalla smontabili e rimodulabili, tramite delle cerniere adattandosi alle esigenze della giornata, da più corto a più lungo, con o senza maniche, e con pezzi che trasformano in un capo completamente nuovo, è il vero valore aggiunto del progetto.

Idea geniale che aggiunta allo sharingluxury, forma di leasing già in voga nei paesi anglosassoni alternativa alla vendita, per noleggiare i capi per un determinato periodo, sono solo alcune delle basi di partenza di Lucrezia Cruciani, per un guardaroba continuamente rinnovato.
#STORYTELLER: ANNALISA TIRRITO

SCOPRI LO SPECIALE #ETICO DI #3D MAGAZINE

ORDINA LA TUA COPIA OMAGGIO


Lascia un commento