Corea del Sud: i mille volti di Seul

La capitale sudcoreana ed il perfetto intreccio tra presente, passato e futuro. Dal fascino antico del palazzo reale di Gyeongbokgung, all’architettura ed alla modernità più estrema del Dongdaemun Design Plaza, passando per la moda e le tendenze del “Gangnam style”.

Le complesse vicende storiche del Novecento, al pari dell’attuale clima politico regionale tutt’altro che disteso, hanno fatto sì che nell’immaginario collettivo la Corea si allontanasse dalle mete privilegiate di viaggiatori e turisti. Per fortuna, però, le cose stanno cambiando molto e molto velocemente.
Seul, infatti, è una città dalle mille sfaccettature, colorata, divertente, giovane. Uno scenario frizzante nell’ambito del quale è possibile imbattersi in siti storici densi di fascino, grattacieli, architettura e design da capogiro e locali notturni da perdere la testa. L’estensione territoriale di questa tipica metropoli asiatica è enorme, ma è sufficiente calcare l’asfalto di uno qualsiasi dei suoi quartieri per percepire un’energia destinata a conquistare chiunque.

I coreani, tra l’altro, oltre ad essere considerati mediamente i più belli del continente (talvolta anche grazie all’aiuto di qualche “ritocchino” legato all’impazzare delle cliniche di
chirurgia estetica presenti in ogni angolo della capitale) sanno essere cortesi e sorridenti e sono in qualche modo i più “occidentali” tra gli orientali, a partire dalla solida diffusione dell’inglese, dettaglio per nulla scontato a certe latitudini.
Prima di reclinare lo schienale ed affrontare il lungo volo, dunque, concedetevi un corposo “assaggio” sfogliando la nostra gallery.

 

Luca Marfè

 

Lascia un commento