Cannes 70: inizia oggi il Festival delle donne

Claudia Cardinale capeggia sul Palais: dal manifesto alle tante registe e attrici – Jane Campion, Sofia Coppola e Kristen Stewart sono solo alcune! – e giurate, la settantesima edizione del Festival di Cannes è donna! Nicole Kidman protagonista di quattro film, sarà onnipresente sulla Croisette. Ancora, Uma Thurman, Presidente di giuria della sezione Un certain regard, Sandrine Kiberlain, chiamata ad assegnare la Caméra d’or per la miglior opera prima, e Jessica Chastain, a giudicare il concorso principale.
Madrina dell’anno è la nostrana, ormai francese acquisita, Monica Bellucci.
Non mancano le polemiche: dopo il ‘dimagrimento in Photoshop’ della Cardinale sul manifesto, si parla di troppo spazio dedicato al cinema d’autore, tra Haneke, Lynch, che presenta il nuovo Twin Peaks, e Inarritu, a discapito delle star, pervenute in numero esiguo rispetto agli anni precedenti. Intanto, problemi anche per i due film prodotti da Netflix, Ojka e The Meyerowitz Stories, che hanno costretto il Festival a rilasciare una nota: «Qualsiasi film che desideri competere in concorso a Cannes dovrà impegnarsi a essere distribuito nei cinema francesi». Una regola che partirà dal 2018, a cui ha fatto eco Alberto Barbera, Presidente della Mostra del cinema di Venezia, che si è detto pronto a stare al passo con i tempi e le nuove tendenze: «i festival non dovrebbero essere obbligati a prendere una posizione netta con o contro qualcosa».
Tra gli italiani a Cannes, Fortunata di Sergio Castellitto, scritto da Margaret Mazzantini, è la
storia di una donna (Jasmine Trinca), in concorso nella sezione Un Certain Regard, e L’intrusa
di Leonardo di Costanzo, nella Quinzaine.

Tanto di cui parlare, dunque, e noi di #3D Magazine vi racconteremo la 70esima edizione del Festival del cinema di Cannes giorno per giorno!

 

Emma Di Lorenzo

Lascia un commento