Auto telepatiche che ci leggono nel pensiero

Automotive del futuro: presentate a Las Vegas tutte le innovazioni del settore auto

Guida autonoma, veicoli connessi, auto ‘telepatiche’ che leggono il pensiero del conducente o capaci di imparare a guidare da sole. Sono solo una parte delle novità e delle innovazioni del settore dell’automotive presentate al Consumer Electronic Show (Ces) di Las Vegas, kermesse dell’elettronica di consumo. Nel 2021 si stima che le vendite di veicoli che si guideranno da soli saranno 51.000, ma solo nel 2040 si arriverà a 33 milioni di veicoli a guida autonoma.  A Las Vegas è andato in scena il futuro: sono state presentate automobili sempre più intelligenti, capaci non solo di ‘dialogare’ con l’uomo e di ricevere informazioni dalle sue onde cerebrali. Vetture in grado di eseguire autonomamente manovre d’ogni tipo, anche in situazioni di emergenza, e inserite in piattaforme predittive in cui il monitoraggio del traffico e dell’ambiente permette di scegliere itinerari e programmi di viaggio come nessun umano è in grado di fare!

Ridurre i rischi sulle strade è una la priorità per l’industria dell’auto e la sicurezza il tema di maggiore attualità. A partire dallo smartphone, indicato come causa principale della distrazione al volante e, quindi, dell’aumento degli incidenti. Ora il dispositivo potrebbe presto ‘sparire’ a bordo delle automobili: il suo funzionamento come interfaccia con i social sarà inibito e sostituito dall’infotainment del veicolo, che diventerà automaticamente telefono e terminale dati del guidatore nel momento in cui sale a bordo.

«L’high tech permette oggi soluzioni inimmaginabili – ha detto Stefan Hartung, membro del board di Bosch, il colosso della tecnologia e dei servizi – e portare quindi anche a questa rivoluzione nell’uso dello smartphone in auto. Le uniche discriminanti sono le norme e le scelte industriali dei costruttori, oltre che l’accettazione da parte dei consumatori».

Un importante contributo alla sicurezza può venire dagli assistenti vocali che affiancano il guidatore ed eliminano le distrazioni legate all’uso di comandi manuali o touch.

Tra la miriade di innovazioni in mostra, 30 si sono aggiudicate il titolo “Best of innovation” del Consumer Electronic Show  e tra le compagnie note nel segmento dell’automotive ha vinto l’auto elettrica Nissan Leaf con il ProPilot, dove la guida assistita è sempre più protagonista. Il gruppo auto Nissan-Renault, invece, nel corso del Ces ha annunciato che investirà, assieme alla Mitsubishi Motors, un miliardo di dollari per la creazione di start-up capaci di inventare le macchine ‘di nuova generazione’ nei prossimi 5 anni. Il fondo, che prenderà il nome di ‘Allied Ventures’, metterà a disposizione da subito 200 milioni di dollari per l’innovazione nella batterie che impiegano nuove tecnologie, sistemi di guida autonomi, e la connessione dei mezzi tramite l’intelligenza artificiale. La Renault controlla una partecipazione del 43,4% della Nissan, che a sua volta possiede il 15% della casa auto francese e il 34% di Mitsubishi Motors.

 

Maria Cava

Lascia un commento