Addio all’eterno Dario Fo, intellettuale-giullare d’Italia

Ci lascia oggi Dario Fo, attore, scrittore, drammaturgo, pittore e regista, artista dal talento poliedrico, Premio Nobel per la letteratura nel 1997. Un vuoto enorme nel panorama culturale italiano e nel teatro. La sua incredibile capacità di riportare sul palco gli stilemi della Commedia dell’arte, declinandoli secondo i dettami della modernità, e di catalizzare l’attenzione di un pubblico vario verso la sua continua ricerca di una risata motivata, lo ha reso uno dei più grandi intellettuali che l’Italia abbia avuto di recente.

Giullare e innovatore, Fo è stato fautore di una vera e propria rivoluzione politica attraverso i suoi testi e la militanza con Franca Rame, la compagna di una vita, scomparsa nel 2013. 

“Seguendo la tradizione dei giullari medioevali, dileggia il potere restituendo dignità agli oppressi“, questa la motivazione del suo Nobel.

Ci lascia oggi Dario Fo, nel giorno dell’assegnazione del Nobel per la letteratura 2016, 19 anni dopo il suo, l’ultimo per l’Italia. Lascia questo mondo, ma non ci abbandona, le opere che restano saranno eterna testimonianza della sua grandezza. Il ‘mistero buffo’ sopravvivrà in un’esistenza unica nel suo genere.

Emma Di Lorenzo

Lascia un commento