A lezione con lo Chef Saccone

lo chef che insegna la cucina Mediterranea

Chef Giuseppe Saccone Hotel Mediterraneo Sorrento

Il Ristorante Vesuvio, all’ultimo piano dell’Hotel Mediterraneo Sorrento, è la cornice perfetta per trascorrere dei momenti indimenticabili incantati dalle luci del tramonto.

Una vista mozzafiato sul Golfo di Sorrento, Napoli di fronte e i piatti della cucina mediterranea dello Chef Giuseppe Saccone pronto a coinvolgervi in un’esperienza unica.

La cucina è raffinata e fortemente legata al territorio, le eccellenze della Campania sono sempre presenti e declinate in diversi e gustosi piatti. Un’impostazione classica, volta a valorizzare la ricchezza della terra e del mare.

Lo Chef, appassionato di cucina sin da bambino, ha iniziato a lavorare ancora studente. La sua grande dedizione lo ha condotto ben presto a collaborazioni importanti.

Tra le tante, lo Chef Enrico Crippa, tre stelle Michelin e uno stage con Gualtiero Marchesi, considerato il fondatore della nuova cucina italiana. Inoltre Saccone, è stato insignito di un premio importante: Chef Awards 2018, scelto tra i migliori 100 chef d’Italia.
L’innovazione è di casa al Vesuvio: corsi, stage, aggiornamenti, per imparare nuove tecniche di cottura, di preparazione, momenti di crescita personale dell’Executive Chef e della sua brigata.
Mangiare bene è l’imperativo della sua cucina. Gli ospiti sono aperti a nuove esperienze, gastronomicamente istruiti e curiosi.

«I clienti viaggiano, conoscono, sono esigenti, vogliono piatti classici e veraci non possono essere abbindolati come un tempo, ignari di cosa sia in realtà la cucina mediterranea.

In passato gli stranieri volevano mangiare secondo le loro tradizioni culinarie e in cucina noi cercavamo di accontentarli.

<< Oggi invece li “educhiamo” alla cucina italiana >> – spiega lo Chef.
Grazie alla sua esperienza ventennale, al Ristorante Vesuvio le ricette classiche sono rivisitate in chiave moderna.

L’estetica del piatto è di primaria importanza, si stupisce il palato con i sapori delle cose fatte bene e buone.

Ogni piatto esprime al meglio materie prime e sapori contaminazione, in una continua. Valorizzazione del prodotto e rispetto del territorio, senza esagerazioni ed estremismi. Ricerca, creatività sono la base della sua cucina mai scontata e con uno spiccato tocco personale.

Davide Milone

 

Leggi Anche ### LINO SCARALLO E ÔMINA ROMANA UN INCONTRO PERFETTO TRA VINI E ALTA CUCI

Lascia un commento