Dopo 7 anni di successi, Tennis and Friends approda a Napoli

Riparte anche quest’anno Tennis and Friends, il torneo di solidarietà e salute che per questa nuova edizione varcherà i confini romani per spostarsi anche su Napoli e Milano.

La manifestazione si terrà per la prima volta nel capoluogo campano il 5 e 6 maggio nel villaggio della salute, che verrà allestito sul lungomare.

Un’idea nata da un’esperienza professionale di Giorgio Meneschincheri, medico chirurgo, specialista in Medicina Preventiva e direttore medico della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli-Ircss di Roma che ha voluto mettere a disposizione dei cittadini la sua intuizione sull’importanza della prevenzione.

«Una delle mie pazienti, moglie di un noto giornalista del nostro Paese – racconta Meneschincheri – si è rivolta a me a seguito ad un forte dimagrimento durante la gravidanza. Dopo i primi controlli risultò evidente la diagnosi di un tumore alla tiroide in stato avanzato; la paziente era al quinto mese di gravidanza. Le scelte sarebbero state due: estinguere il tumore attraverso la pratica chirurgica per poi fare la chemio, il che non era chiaramente compatibile con il proseguimento della gravidanza o operarsi con limitazione degli esami diagnostici e successiva chemio alla fine della gravidanza. Ipotesi che fu prescelta dalla paziente. È stata una scelta difficile e rischiosa ma il lieto fine per la mamma e il bambino ci fanno raccontare oggi questa storia con il sorriso sulle labbra».

È così che si è pensato di unire lo sport e la salute. Un binomio infallibile. Lo sport come prevenzione, cura e riabilitazione per molteplici patologie, la prevenzione con un esame finalizzato alla diagnosi precoce.

Si è concretizzata l’idea di un’area sanitaria accanto ai campi da tennis, in modo che i pazienti potessero sottoporsi a check up in maniera agile e leggera, in condivisione con vip e testimonial del mondo dello sport, della cultura e dello spettacolo che riescono a far trascorrere momenti di serenità e alleggeriscono la tensione per gli esami a cui ci si sottopone.

Nei sette anni di attività romana, l’evento ha superato quota 100.000 persone raggiunte e 39.870 check-up gratuiti, che hanno portato il 38% di pazienti richiamati per esami diagnostici: il 6,5% di questi sono stati sottoposti ad interventi chirurgici mentre il 35% in terapia farmacologica.

Info:  www.tennisandfriends.it

 

La Redazione

Lascia un commento