#56PrimavereDiDesign

Ci siamo. Da oggi fino al 9 aprile, Milano apre le porte al mondo e dà inizio alla 56esima edizione della fiera internazionale del Salone del Mobile. Da più di mezzo secolo, la primavera italiana è diventata la stagione dedicata ad uno dei nostri settori di eccellenza nel mondo: il design.
Quell’industria che, durante la ricostruzione degli anni 60, mostrò la grande capacità di inventare, produrre e vendere mobili e oggetti per i tanti edifici e case nuove edificate dopo la guerra. Un comparto consacrato a livello internazionale dal Salone del Mobile, nato a Milano nel 1961 e dichiarato dopo 30 anni a Colonia come il primo evento fieristico del settore al mondo.
A questa enorme fabbrica dei sogni del design, che lo scorso anno ha esportato 20,7 miliardi di prodotti made in Italy (dati Promos), abbiamo dedicato la parte centrale del nostro numero di aprile: uno speciale di 30 pagine da rifarvi gli occhi. Perché se pizza, cappuccino, spaghetti ed espresso sono le quattro parole italiane più conosciute, perché niente meglio del cibo esprime l’italianità nel mondo, nel design siamo un modello ed un esempio a livello internazionale. E’ l’unico settore produttivo che importa cervelli, intelligenze, idee e progetti.
Ma soprattutto il design italiano è il rapporto con la storia e la cultura del nostro Paese, è lo specchio delle nostre innate abilità, della nostra artigianalità e del nostro saper fare unito ad un grande senso estetico. Il design della grande e della piccola serie, del pezzo unico e del multiplo senza fine, la rappresentazione del nostro vivere quotidiano.
Una curiosità prima di invitarvi a comprare #3D Magazine in edicola per non perdere questo numero strapieno di cose interessanti: siamo stati l’ultimo paese al mondo a realizzare un Museo del Design.

Mirella Paolillo

Lascia un commento