15 Marzo, si celebra la Giornata Internazionale dei Diritti dei Consumatori

E’ il 15 Marzo 1962, il Presidente degli Stati Uniti d’America,  J.F.Kennedy pronuncia al congresso, uno storico discorso, considerato la prima dichiarazione sui diritti dei consumatori. Fulcro di tale, e netta posizione, quelli che saranno poi sanciti come diritti fondamentali: il diritto alla sicurezza dei prodotti, all’informazione chiara, obiettiva e sufficiente, il diritto di scelta e quello di essere ascoltati, dal governo e dai tribunali. Da quel giorno, in quella data, ogni anno si celebrerà la “Giornata Internazionale dei Diritti dei Consumatori”, occasione in cui, le associazioni, gli enti, ed i contesti vari, promuovono iniziative, che siano in qualche modo evocative, celebrative, ed ancor più vicine all’insieme di attenzioni, diritti e tutele, dovute, ad ogni consumatore. Ai fondamentali diritti, sopra citati, si aggiunsero nel 1999 quelli contemplati dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Tra questi, il diritto ad un eventuale risarcimento, i diritto al soddisfacimento dei bisogni primari, il diritto al rispetto del pianeta e delle sue risorse, il diritto di rappresentanza degli interessi politici, il diritto all’aggiornamento, all’educazione ed alla formazione al consumo.

In occasione della giornata celebrativa, inoltre, è giusto ricordare, come frequente, anche i doveri del consumatore. Tra le varie tematiche, il consumo, le assicurazini, il fisco, l’ambiente, la scuola, il risparmio, l’energia, i servizi bancari e tutto ciò che può dar vita a situazioni di criticità.  Diritti e doveri insomma, per il buon cittadino e l’ottimo consumatore.

 

Paolo Marsico