UN PALCOSCENICO PER ROMINA JUNIOR

 A 29 anni, dopo tanta formazione, la figlia di Romina Power e Albano Carrisi, esordisce a teatro con una commedia di Goldoni. E nel futuro una commedia al femminile scritta a quattro mani.

ROMINA JUNIORRomina Carrisi Power, un destino scritto nel cognome, quello del grandissimo attore Tyrone Power, divo del cinema americano anni ‘30-‘40. «A Los Angeles ho studiato sia recitazione che improvvisazione. Gli anni della formazione mi hanno dato forza e fiducia in me stessa, tali da poter affrontare un palco e un pubblico dal vivo», racconta ad #3D Magazine l’attrice, figlia di Romina Power e Albano Carrisi.

Nella stagione 2016/2017, il suo esordio a teatro con “Le smanie per la villeggiatura”, di Carlo Goldoni, con la “Compagnia degli Onesti”, diretta da Emanuele Barresi, in scena in tante città italiane. «Sono contenta che il mio esordio a teatro sia con una commedia di Goldoni e con una compagnia così preparata e gentile. Devo prima di tutto confessare quanto mi senta fortunata a far parte di una compagnia tanto affiatata e amorevole. Siamo come una famiglia! Mi hanno fatto subito sentire a casa. Dal primo giorno si è sempre respirata un’atmosfera di armonia. – E continua: – Il teatro rappresenta per me un luogo dove, attraverso la bellezza e la verità del personaggio, si può far dimenticare al pubblico, per quella frazione di tempo dedicata, le brutture del mondo. Quando esco sul palco sento che appartengo a quel luogo».

Dell’esperienza con la Compagnia degli Onesti porta con sè «la consapevolezza che ho la fortuna di poter fare un lavoro artistico e storico, ma che riesco anche a far ridere. The show must go on! Il palco è come la vita, se cadi ti devi rialzare per continuare. Nel cinema ti puoi permettere il lusso di sbagliare, e ricominciare da capo. Sul palco, no».

Un aspetto molto importante per una giovane attrice, Romina Carrisi ha solo 29 anni, è la scelta dei lavori. «Nei progetti che mi offrono, devo avvertire affinità con il personaggio e con il regista. La sceneggiatura mi deve catturare per la sua autenticità. Mi piacciono le storie con un romanticismo innato e tanta poesia. Per il resto, continuo a fare provini, come tutte le attrici».

Tanti i progetti per il futuro: «Ho girato un cortometraggio a Los Angeles che ho scritto, diretto ed interpretato. Sarà pubblicato sul mio sito, che è in fase di restyling. All’attivo ho anche una web-serie “#VitaDaSingle”, che voglio portare in Tv, e sto scrivendo, a quattro mani, una commedia al femminile».

 

Emma Di Lorenzo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *