Quali fiori per il tuo matrimonio?

L’estate, si sa, è sinonimo di tante cose: viaggi, gelati, caldo, prova costume e soprattutto… Matrimonio! Se è vero che ormai ci si sposa tutto l’anno, compreso a Natale, la maggior parte delle coppie sceglie comunque di convogliare a giuste nozze tra Aprile e massimo Ottobre, con una grande concentrazione di date nel periodo tra Giugno e Luglio.

Per molti, i preparativi ancora fervono e ci si divide tra gli inviti last minute, cambi improvvisi del menù, la scelta della musica, la meta da raggiungere post nozze, trucco e parrucco e infine… I Fiori!

Quelli proprio non possono mancare! Forse, è uno degli ultimi aspetti al quale si pensa e ci si convince verso la fine che anche loro sono indispensabili. Servono da giusta cornice il giorno del grande evento e soprattutto nelle foto che rimarranno per ricordo per tutta la vita!

Si, ma quali scegliere? Quali sono i fiori più adattati per quest’occasione?

Noi di #3DMagazine siamo andati a chiederlo agli esperti, ovvero a Gianni e Gaetano Di Maio, rispettivamente padre e figlio, che insieme gestiscono Di Maio Flowers Piante e Fiori, il vivaio a Napoli specializzato in matrimoni e non solo.

Innanzitutto, bisogna scegliere i fiori 2-3 mesi prima delle nozze e sempre in base alla stagione. Quelli consigliati per questo periodo estivo sono Ortensie, Peonie, Calle, Stefanotis e Delfini. È molto importante giocare con il fogliame per una buona composizione di base, utilizzando soprattutto foglie di Spadisto, Acero, Ceneraria marittima e Belgrasso.

Sempre agli esperti abbiamo chiesto qual è la composizione più particolare che hanno creato e Gaetano Di Maio risponde: «L’anno scorso una delle nostre clienti si è sposata in un Lido e abbiamo realizzato un tappeto di rose gialle e bianche come se fosse un mare». È molto importante quindi giocare con la creatività e lavorare in base alla location che gli sposi scelgono.

E se qualcuno, invece, volesse sposarsi durante il periodo natalizio? «È possibile creare qualcosa a tema – spiega sempre Gaetano della Di Maio Flowers– con Amaralis, Pignette, Fiore di Cotone accostate a erbette di Abete, Agrifoglio, Ipericum e Garofanini giapponesi che sembrano quasi palle di neve. Mentre per il bouquet consigliamo Mughetto e orchidee Cibidium».

I fiori non servono solo per il bouquet o per adornare la chiesa e il ristorante. Possono diventare anche un regalo per gli ospiti, un segnaposto o una bomboniera. «Recentemente – racconta Gaetano Di Maio – abbiamo realizzato La boite che ha la forma di un diamante con una rosa liofilizzata da un lato e dall’altro lato c’è un cassettino dove è possibile inserire un regalo oppure i confetti. Ma abbiamo anche pensato ad un’ampollina di vetro con un’orchidea (ne esistono di varie tipologie e colori) su un tappetto di muschio da regalare all’interno di una shopper».

Insomma, ce ne è davvero per tutti i gusti. L’importante è avere fantasia, rivolgersi a professionisti e muoversi nei tempi giusti!

 

Gabriella Galbiati

Lascia un commento