Nudi in libertà

Sono tanti gli italiani che praticano il turismo naturista, un modo di vivere che, come definito dalla FENAIT Federazione Naturista Italiana, ha lo scopo di favorire il rispetto di se stessi, il rispetto degli altri e quello dell’ambiente.

In Italia esistono molte spiagge dove praticare il naturismo ma è necessario distinguere le spiagge “ufficiali” da  quelle che non lo sono.

La diversa classificazione è frutto della mancanza, in Italia, di una legislazione in materia che riconosca e regolamenti il naturismo. Da decenni si prova ad avere una legge nazionale in materia, ma senza successo; tuttavia esistono leggi regionali approvate in Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Abruzzo che tutelano e valorizzano il turismo naturista.

Benché la nudità in Italia non sia prevista come illecito (né civile, né penale), può esserlo il commettere atti contrari alla pubblica decenza. Ormai molte sentenze, fino in Cassazione, hanno chiarito che il naturismo non rientra all’interno di tale violazione normativa; tuttavia la giurisprudenza in Italia non è legalmente vincolante e non equivale alla certezza della legge.

Allo scopo, pertanto, di risolvere il dubbio e permettere, tra l’altro, lo sfruttamento turistico del fenomeno, alcune lungimiranti amministrazioni comunali hanno deliberato in materia, riconoscendo alcune spiagge, e consentendo la pratica naturista al loro interno in piena legalità e sicurezza. Tali spazi pubblici vengono in gergo definiti “ufficiali”, mentre tutte le altre spiagge menzionate, benché su di esse il naturismo e la nudità non siano formalmente vietati, non possono godere di tale riconoscimento legale.

 

Spiagge naturiste ufficiali in Italia:

  • Abruzzo

Lido le Morge – Torino di Sangro, contrada Lagodragoni (Chieti)

Tipo di spiagga: spiaggia mista di ciottoli

Accessibilità: facile da raggiungere e parcheggi nelle vicinanze

Altre info: 200 metri di spiaggia frequentata da centinaia di naturisti, specie il sabato e la domenica in alta stagione, provenienti non solo dalle zone limitrofe ma anche da fuori regione e dall’estero nel periodo vacanziero.

 

  • Toscana

Nido dell’Aquila – San Vincenzo (Livorno)

Tipo di spiagga: spiaggia fine

Accessibilità: facile da raggiungere

Altre info: 550 metri di spiaggia delimitate da appositi cartelli Ideale per i bambini. Nei pressi della spiaggia sono disponibili servizi igienici, piccolo bar-ristoro, servizio di salvamento (spiaggia accanto). Parcheggio in estate a volte difficoltoso.

 

  • Buca Rossa – Piombino (Livorno)

Tipo di spiagga: lembo di sabbia rossa e ghiaia tra gli scogli all’interno di un anfiteatro naturale di rocce e vegetazione

Accessibilità: spiaggia di difficile accesso dalle spiagge adiacenti (10 minuti di percorso su scogli, indispensabile ottima agilità di progressione su terreno scosceso)

 

  • Spiaggia di Acquarilli – Lacona, Isola d’Elba (Livorno)

Tipo di spiaggia: spiaggia di sabbia e ghiaia scura all’interno di un anfiteatro naturale di rocce e vegetazione.

Accessibilità: raggiungibilità medio-difficile (10-15 minuti di ripido sentiero)

Altre info: La spiaggia è divisa in due parti da una piccola sporgenza della roccia. La spiaggia degli Acquarilli è quella a destra, non confondetevi con quella di sinistra che è la spiaggia di Norsi e non è naturista. Non ci sono servizi di alcun genere.

 

  • Lazio

Spiaggia di Capocotta – Ostia (Roma)

Tipo di spiaggia: spiaggia attrezzata, arenile di sabbia fine

Accessibilità: comoda da raggiungere.

 

  • Fiumicino Focene – Fiumicino (Roma)

Tipo di spiaggia: sabbia

Accessibilità: facilmente accessibile

Altre info: Seicento metri di arenile che sorge dietro la pineta di Focene ma in cui ancora non c’è alcuna indicazione né alcun servizio per chi frequenta la spiaggia. Alcuni problemi legati all’inquinamento del mare e della spiaggia

 

  • Campania

Troncone – Marina di Camerota (Salerno)

Tipo di spiaggia: Sabbia grossa misto ghiaia con alle spalle parete rocciosa.

Accessibilità: Comoda da raggiungere

Altre info: 660 metri che offrono uno scenario unico, grazie a tre calette di differenti dimensioni bagnate dal mare cristallino e riparate dalla strada da un costone di roccia. Acqua cristallina

 

  • Calabria

Spiaggia di Caporizzuto (Crotone)

Tipo di spiaggia: Si affaccia direttamente sul mare da una terrazza naturale alta circa 30 metri.

Accessibilità: Fa parte del Villaggio Camping Pizzo Greco, aperto da maggio a settembre

Altre info: La spiaggia non è formalmente riconosciuta da una delibera comunale ma l’uso esclusivo da parte dei clienti della struttura commerciale naturista ne certifica l’uso.

 

  • Sicilia

Bufala – Gela (Caltanisetta)                                                                                                                

Tipo di spiaggia: lungo tratto, sei kilomerti, di spiaggia di sabbia in ambiente dunale

Accessibilità: facilmente accessibile (ma difficile da trovare)

 

Spiagge naturiste non ufficiali:

  • Spiaggia della Bassona,  Lido di Dante (Ravenna)
  • Spiaggia di Guvano – La Spezia
  • Spiaggia nudista di Chiavari (Genova)
  • Balzi Rossi – Ventimiglia (Imperia)
  • Spiaggia di Macchiatonda – Capalbio (Grosseto)
  • Spiaggia di Marina di Alberese – Grosseto
  • Baia Feniglia, –  nei pressi di Orbetello (Grosseto)
  • Marina di Bibbona – vicino Livorno
  • Spiaggia di Golfo Stella – Isola d’Elba
  • Sabbie Nere di Santa Severa –  Santa Marinella (Roma)
  • Spiaggia dell’Arenauta – tra Sperlonga e Gaeta ( Latina)
  • Spiaggia dell’Arsenale, – Capri (Napoli)
  • Torre Salsa – Agrigento
  • Guitgia – Lampedusa
  • Isola dei Conigli – Lampedusa
  • Foce del Belice – nei pressi di Selinunte (Trapani)
  • Dune di Piscinas (Carbonia-Iglesias)
  • Porto Ferro, vicino Sassari
  • Liscia Ruja, vicino a Porto Cervo (Olbia-Tempio)
  • San Cataldo – Lecce
  • Porto Selvaggio – Lecce
  • Torre Incina – Monopoli (Bari)
  • Punta Penna  – Brindisi
  • Lido di Siponto vicino Manfredonia (Foggia)
  • Campomarino  – Taranto
  • Scoglio della Vela – Portonovo (Ancona)
  • Laguna del Mort  – Venezia
  • Spiaggia sul Fiume Ticino – Castelnovate (Varese)

I dati sono stati forniti dalla presidenza della

FENAIT – FEDERAZIONE NATURISTA ITALIANA

 

Giovanni Salzano

 

 

Lascia un commento