Mark Zuckerberg lancerà nel 2020 GlobalCoin , la criptovaluta di Facebook

di Fabrizio Brancaccio

Facebook adotterà la propria moneta digitale il prossimo anno. Si chiamerà “GlobalCoin” e consentirà di varare un sistema di pagamenti con cui si potranno fare acquisti e scambi anche su WhatsApp e Messenger, in una dozzina di paesi, a partire dall’inizio del 2020.

A rivelarlo è la BBC, la tv pubblica del Regno Unito, che ha confermato l’incontro avvenuto ad aprile tra il fondatore del social network più noto al mondo, Mark Zuckerberg e il governatore della banca d’Inghilterra Mark Carney

GlobalCoin non somiglierà ai Bitcoin ma sarà una stablecoin, ossia una criptovalutanon soggetta ad elevata volatilità in quanto legata a un asset stabile come il dollaro.

Un team, guidato dall’ex presidente di PayPal, David Marcus, è al lavoro da circa un anno. L‘operazione GlobalCoin pare però abbia subito una accelerazione definitiva negli ultimi tempi: a maggio Facebook ha registrato a Ginevra (Svizzera) la nascita di una nuova azienda chiamata Libra. 

Libra è una startup che si occuperà compiutamente del progetto criptovaluta. L’idea non è solo quella di creare un sistema di pagamenti per fare acquisti sui social network, ma quello di garantire la possibilità di fare transazioni a tutti, anche a chi non dispone di un conto corrente bancario. 

Per tale ragione Zuckerberg sta stringendo partnership con istituzioni bancarie tradizionali come la Western Union e con quelle dedite allo scambio di altre criptovalute

Il concept dell’operazione è abbastanza chiaro: “Scambiarsi soldi dovrà essere facile come inviare una foto con il telefonino”.

 

Lascia un commento