La filosofia del pluristellato Chef Francesco Sposito a Castello De Vita

di Davide Milone

La super brigata degli chef di #PepeRosso omaggiano la filosofia gastronomica del pluristellato Chef Francesco Sposito. Tanti gli chef partecipanti e tanta la carica emotiva. Al Castello De Vita.

Durante i IPRIMI del Winter Party di#3DMagazine una brigata composta da 13 chef tutti Campani hanno rappresentato in una mostra gastronomica promossa da #3DMagazine un percorso degustativo di 13 portate “special identity” ispirate alla cucina dello chef 2 Stelle Michelin Francesco Sposito di Taverna Estia , concorrendo come di consueto alla gara per il miglior piatto food innovation 2.0.

La rassegna gastronomica ha visto gli chef Alessandro Tormolino De I Sensi di Amalfi ,da poco premiato da LaListe a Parigi da Guy Savoy, Alain Ducasse e Heinz Beck come “YOUNG AWARD” riconoscimento conferito a soli 4 Chef in tutto il mondo. Marco Del Sorbo di Villa Fiorella Art Hotel già vincitore e premiato nella scorsa edizione #IPRIMI 2017 dallo Chef Gennaro Esposito, Enrico Ruggiero Villa Rosalia , volto noto dei programmi Sky Arte per la sua rappresentazione della cucina Pompeiana, Gian Marco Carli chef/patron de IL PRINCIPE-Pompei , figlio d’arte dei famosissimi Marco e Pina CarLi, già storica Stella Michelin tra i primi in Campania con lo chef Francesco Aliberti. Gabriele Martinelli Grand Hotel COCUMELLA Sant’Agnello , Fabio Ometo Personal CHEF –MOKIT, Luigi Sorrentino Osteria Sorrentino, Faby Scarica Villa Chiara –Orto e Cucina- , vincitrice Top Chef Italia 2017. Antonio Borrelli Salotto Comfort Food, Carmine Pierno In Voga Restaurant , Raffaele Dell’Aria Habituè Vin &Cusine , Domenico Esposito Re Baldovino Marco de Cesare Ristorante Amabile. tutte le creazioni gastronomiche sono state sottoposte all’attenta valutazione degli chef Sposito e De Vivo, giudice di gara Stella Michelin e Executive chef dell’ Hotel la Madonnina di Ischia.

Dalla spigola all’acqua pazza di Gian Marco Carli presentata in chiave 2.0 all’Ostrica con spuma di acqua al pomodoro, granita di campari e erba cipollina dello Chef Raffaele Dell’aria, un cult di Taverna Estia. Sul palco tre le proposte che hanno convinto i giudici premiando come miglior piatto lo chef Gabriele Martinelli che ha presentato per l’occasione “riso di semola ,carciofi arrosto, animelle e liquirizia”. Una ricetta tipicamente invernale dalle note dolci ,contrastate dal profumo dei carciofi arrosto. Il palato del Gran jury ha assegnato il premio FOOD INNOVATION 2.0 special identity Sposito, allo chef vincitore Gabriele Martinelli del Grand Hotel Cocumella. Un gusto tipicamente Campano come i vini presentati dalla delegazione di 4 sommelier dell’AIS proponendo una selezioni di Bianchi, Rossi e Rosati del Vesuvio DOP Consorzio Tutela Vini intervenuti il Presidente Ciro Giordano e segretario Ciro Esposito. Una serata ricca di profumi e ricette inedite come quella delle “alici di barca con crema di bufala a limone in crosta di paccheri su crema di friarielli e salsa alla pizzaiola”, preparata e servite in anteprima dallo Chef Fabio Omet a bordo del suo Mokit, un modulo di cucina lussuosa autonoma su quattro ruote. A fine serata lo Chef Pastry Gennaro Volpe coordinatore dell’Università del cioccolato Caffarel ha presentato la sua interpretazione della torta #3DMagazinee una selezione di torte moderne. Inoltre presenti all’evento il panificio il Buon Gustaio con lievitati integrali e selezione di pane a farine miste. Chef Pastry Raffaele Caldarelli di Casa Caldarelli ha presentato, le nuove selezioni artigianali del Panettone, Felice Pelosi Pasticceria Pelosi con la selezione di torta Polacca e l’ultima nata la Melacca, il Maestro Pasticcere Genny Piretti di Casa Piretti con la presentazione di bigne’gourmet, lo Chef Pastry Ivo Grillo della Pasticceria Ornella ha presentato una selezioni di “cannoli con ricotta di bufala e pistacchio” si consiglia l’assaggio!!!.

 

Lascia un commento