Fiabe E Pavarotti, le mie fonti di ispirazione

Giovedì 6 settembre si riparte con la dodicesima edizione di X Factor. In attesa di scoprire chi saranno i cantanti in gara di questa nuova edizione, raccontiamo con 15 #cancelletti Lorenzo Licitra, vincitore di X Factor 11. Un artista che fonde canto lirico e suoni pop in un incantesimo musicale unico.

Parole libere. Senza il pregiudizio della domanda. Solo una parola. Solo un concetto. Un cancelletto.

Un talento straordinario quello di Lorenzo Licitra che con la sua voce potente e la sua elegante timidezza ha stravinto l’ultima edizione di X Factor.

Ragusano doc, classe 1992, Lorenzo vive di musica sin da piccolo, studiando canto lirico da quando aveva 16 anni. Dopo il Conservatorio Nicolini di Piacenza e la Scala di Milano, inizia ad esibirsi in giro per il mondo: dal Consolato Generale d’Italia di Instanbul per il 150° anniversario della Festa della Repubblica Italiana, fino ad arrivare in Africa, a Johannesburg, presso lo State Theatre on Nelson Mandela Square. Fa la sua prima apparizione televisiva, in qualità di ospite, nel programma “Io Canto 3” condotto da Gerry Scotti.

Ma è con Mara Maionchi e X Factor che si fa notare e con il suo album “In the name of love” continua a conquistare pubblico e critica.

Pronti, hashtag, via!

 

#siciliabedda 

«È la mia terra, le mie radici, dove tutto è nato. È la mia fonte d’ispirazione continua. Un porto sicuro in cui approdare sempre».

#conservatorio

«Lo studio dietro a qualsiasi cosa credo sia fondamentale. I miei anni in conservatorio hanno contribuito a farmi capire chi sono e come voglio che la musica viva nella mia vita».

#musicapop

«È la mia seconda anima, convive in me da sempre ed è la parte più diretta ed emozionale. Tante emozioni veicolano in essa ed è un lato artistico della mia identità musicale che amo molto»

#iocanto

«“Io canto, le mani in tasca e canto” recita così una canzone del grande Cocciante. È un privilegio per me poter cantare ed utilizzare un’arte così bella ed emozionante. È la mia passione!».

#lamiaterra

«È il titolo del mio primo disco, è un racconto, è la mia storia, sono io. Sono legato alla mia terra che in ogni forma visiva ed artistica mi ha insegnato il rispetto per il bello. La mia terra ha sfumature che ritrovo all’interno del mio cuore e come due essenze simili, profumano allo stesso modo».

#inthenameoflove

«Tutto è possibile nel nome dell’amore. È il mio inno a chi sa vivere d’amore e crede in esso. Credo sia davvero la ragione che sostiene il mondo e credo anche che vada preservata».

#ispirazioni

«Ci sono tanti artisti, tante opere e tante cose a cui mi ispiro. Amo ciò che mi affascina al primo istante. Luciano Pavarotti credo sia colui a cui mi ispiro di più. Ritrovo me stesso in alcuni racconti antichi o in alcune fiabe e mi ispiro molto all’arte visiva naturale».

#music

«È diventata la mia ragione di vita oltre ad essere il titolo di un disco di Madonna, primo album acquistato da solo con i miei risparmi».

#peramore

«Mi viene da dire per amore tanti sacrifici, come quelli fatti per la musica. I miei anni solitari di studi, le mie spole infinite tra Ragusa e Piacenza, per amore la forza che tiro fuori ogni giorno per vivere di questo»

#billclinton

«Un onore poter stringere la mano al presidente Bill Clinton in una location come le Nazioni Unite. Sono soddisfazioni difficili da interpretare a parole (Lorenzo è stato l’ospite d’onore musicale al “Change the World United Nation – New York 2018”, evento che si è tenuto all’Onu dal 16 al 18 marzo 2018, ndr)».

#esedomani

«“E se domani io non potessi rivedere te” ovviamente diceva Mina… E se domani non potessi vivere di tutto questo credo che andrei ad insegnare musica all’estero».

#xfactor

«La mia palestra più grande. Un allenamento durato due lunghi mesi che mi ha insegnato tanto e mi ha fatto crescere molto. Rimarrà l’esperienza più incredibile che abbia mai fatto».

 

Ora tocca a Lorenzo descriversi. Adesso è lui a scegliere i tre hashtag che più lo rappresentano in questo periodo.

#coraggio

«È il perfetto compagno di viaggio, serve sempre nel momento giusto e nelle decisioni più importanti. La mia vita è cambiata ultimamente e devo affrontare sagge decisioni per il mio futuro».

#determinazione

«Diciamo che va di pari passo al coraggio, senza si fa poco. Una volta chiaro l’obiettivo bisogna concentrarsi al meglio per realizzarlo».

#musicacheemoziona

«È il risultato del duro lavoro ottenuto con coraggio e determinazione. La musica ha un compito importante, deve emozionare e lasciare qualcosa di indelebile in chi l’ascolta. Noi che facciamo questo mestiere dobbiamo saperla trattare in questa maniera».

 

Giovanni Salzano

 

Lascia un commento