Eroine moderne che gridano: GirlPower!

Sono tante le donne che hanno cambiato il mondo, sarebbe bello vederle una accanto all’altra, farle incontrare e dialogare tra loro, piene di quella fierezza rivoluzionaria che ha lasciato il segno.

E se nel passato decine e decine di donne hanno sovvertito gli schemi e iniziato a cambiare le cose, ora, sta alle nuove generazioni dare linfa vitale a questo processo ancora in atto.

Dalle estremiste FEMEN a Non Una di Meno,passando per le Women’s March, le donne si organizzano, studiano, lottano e rompono con la società che ancora prova a sottometterle.

In un mondo in cui balzano all’occhio casi come quello Weinstein, oppure, dove vincono silenzio e paura, con conseguenze devastanti, avere guerriere e rappresentanti è di assoluta importanza, soprattutto per le giovani generazioni.

Ecco, allora, che spuntano con coraggio le eroine della Disney: Vaiana, Merida, Elsa, che ai più piccoli insegnano il coraggio, l’indipendenza e la voglia di superare le sfide. Al cinema riappare Wonder Woman, nella musica Beyoncé e Lady Gaga cantano di femminismo e abusi sessuali. Emma Watson, star di Harry Potter, è ambasciatrice per i diritti delle donne all’ONU, Ellen Page è in prima linea per l’uguaglianza di genere e Charlize Theron dichiara con orgoglio «Le ragazze devono sapere che essere femministe è una cosa bella!».

Se dal mondo dello showbiz, le manifestazioni del #GirlPower sono molte, nella politica la voce delle donne deve essere chiara e inequivocabile e, in questo, quella del premio Nobel per la pace, Malala Yousafzai, si alza potente: «Al mondo ci sono due poteri, quello della spada e quello della penna. Ma in realtà ce n’è un terzo, più forte di entrambi, ed è quello delle donne».

 

Giuliana Mastroserio

Lascia un commento