Che cos’è la Rabbia?

La rabbia spesso è una emozione che può spaventare molto alcune persone che scelgono di non contattarla; altri la preferiscono e agiscono guidati da essa, usandola come se fosse benzina.

Ci sono bambini a cui viene vietato di sentire rabbia, ma molte volte poi la subiscono da parte degli adulti stessi. Non potendola esprimere, perché socialmente non accettabile, possono trasformarla in mal di pancia, mal di testa, quindi se la tengono dentro, oppure poi l’agiscono sugli altri picchiando i compagni o rompendo le cose. Nell’uno o nell’altro verso la rabbia non è direzionata, viene dispersa, non ha oggetto. In ogni caso risulta distruttiva per noi e per l’altro.

La rabbia è un’emozione che se canalizzata in maniera positiva serve, come tutte le altre emozioni.

Serve a difenderci quando la trasformiamo in assertività, serve a definire il nostro spazio da quello dell’altro e a dire NO ai soprusi.

In maniera sana serve ad aggredire la vita nell’accezione latina “ad- gredior” andare verso quello che vogliamo prendere per noi e a masticare l’esperienza per renderla parte del nostro bagaglio.

Tutte le emozioni servono e sono necessarie, se usate in maniera sana e non in maniera manipolativa: solo l’unica cosa che ci permette di muoverci in questo mondo, soddisfando i nostri bisogni.

 

Carolina Alfano
Psicologa, psicoterapeuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *