Capodanno cinese a Napoli: gli eventi in programma

di Fabrizio Brancaccio

C’è una domanda che assilla noi italiani, un quesito che comincia ad ammorbarci mesi prima dell’evento: cosa fai a Capodanno? Ecco, il popolo cinese possiede la risposta. Magari perché festeggiano dopo di noi o magari perché essendo più metodici sanno come organizzarsi, sta di fatto che tra pochi giorni si apriranno le danze. Lunedi 04 febbraio la città di Napoli ospiterà nel centro storico, a piazza del Gesù, i festeggiamenti per il Capodanno cinese 2019.

Ad organizzare la festa, patrocinata dal comune di Napoli, l’associazione di promozione culturale “Ciao Cina” con la direzione artistica del maestro Giuseppe Schirone dell’Accademia Musicale “Enrico Caruso” e in collaborazione con l’Agenzia di comunicazione “Livecode” e media partner quali Radio Amore, Medina, écampania e Livenet.

Il nuovo anno nascerà caratterizzato simbolicamente dal segno del “Maiale” e dai suoi auspici: stabilità, generosità e altruismo.

I festeggiamenti inizieranno alle 16.30 ma sarà solo alle 17.00 in punto, dopo il tradizionale conto alla rovescia, che Napoli saluterà il nuovo anno cinese insieme a Pechino, quando nella capitale cinese sarà mezzanotte.

Sul palco, dopo il saluto delle autorità, si succederanno diverse performance artistiche accompagnate dall’ensemble strumentale “Eureka”: il coro Mulan con l’inno italiano e cinese, la scuola “Zhongyi” in un ballo tradizionale, i cantanti Jia Wan Ning, Jiang Shan He, Maria Movchan, Alberto Bonura, Orelle, Stefano Coppari, Francesco De Dominicis e Li Xiu Long con un omaggio a ‘O sole mio.

Non mancherà una performance di Tàijíquán (meglio conosciuto come Tai Chi) a cura dell’istituto Confucio, una di danza del ventre con la scuola Elle Danse e una di arti marziali a cura dell’Accademia di Kung fu Hak Fu Jow.

L’evento si concluderà con la Danza del leone in piazza, un momento tipico della festività e dell’immaginario tradizionale cinese.

Lascia un commento