Il bikini compie 72 anni e le influencer lo mettono in pensione

Nessun rispetto per gli anziani: il costume intero spiazza il celebre due pezzi che lo scorso 11 luglio ha compiuto 72 anni.
Il bikini moderno è stato inventato dal sarto francese Louis Réard nella Parigi del 1946.

E sapete perché si chiama così?

Il nome richiama l’atollo di Bikini nelle Isole Marshall, nel quale negli stessi anni gli Stati Uniti conducevano esperimenti nucleari. Lo stilista inventore riteneva che l’introduzione del nuovo tipo di costume avrebbe avuto effetti esplosivi e dirompenti.

A settant’anni dalla rivoluzione da spiaggia, le fashion blogger, le influencer e gli stilisti concedono  al costume femminile per antonomasia un po’ di riposo.
La moda, si sa, è un continuo corso e ricorso storico e tutti i marchi ripropongono i costumi interi ma pieni di particolari, come se fossero abiti da sera.

In spiaggia quest’anno dimenticatevi il look minimal e eccedete con costumi interi dai colori forti e fantasie tropicali, con tagli e scollature vertiginose e inseriti di pizzo e volant.
Quindi quest’anno niente costumi da Brigitte Bardot, che è da sempre il simbolo del due pezzi e sfoggiate il vostro pezzo unico.
Ecco una gallery con tutte le tendenze in fatto di look da “Bellezze al bagno”.

 

Carla Salzano Marjgò

Lascia un commento