21 Settembre 2017, Giornata Internazionale della Pace: Il Mondo si ferma a riflettere

Una giornata, di riflessione, di discussione, di confronto. Il 21 Settembre, con ricorrenza ormai più che trentennale, si celebra la “Giornata internazionale della Pace”.

Era il 30 Novembre 1981, quando attraverso la risoluzione 36/67, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, istituiva un giorno (inizialmente previsto per il terzo giovedì di settembre di ogni anno) di pace e non violenza, in cui si invitava ogni nazione ed ogni persona a cessare qualsiasi tipo di ostilità. Vent’anni più tardi, una nuova risoluzione della stessa assemblea, dichiarava che a partire dall’anno successivo, la Giornata Internazionale della Pace, si sarebbe celebrata il 21 Settembre di ogni anno, e che questo giorno, sarebbe diventata l’occasione per un “cessate il fuoco”, che avrebbe coinvolto ogni conflitto, in atto, nel mondo.

Numerosi, in ogni angolo del pianeta, gli eventi organizzati per celebrare al meglio una simile ricorrenza. Concerti, convegni, ed ogni sorta di manifestazione, con un unico grande protagonista, il sentimento di pace, saldo e vivo in ogni donna, in ogni uomo.

Anche in Italia, numerosi sono gli appuntamenti in occasione di questa giornata. Su tutti, la meditazione di piazza organizzata a Roma, al Circo Massimo, l’ormai noto MedMob, momento di comune raccoglimento, di preghiera e riflessione, tra silenzio e fede in un mondo migliore.

Una giornata di riflessione sugli errori del passato e del presente, una giornata per raccogliere esperienze, testimonianze, errori ed orrori, una giornata per dire basta, ad ogni conflitto, ad ogni proposito di guerra, ad ogni inspiegabile, dannosa, disumana azione, di un uomo, contro l’altro.

 

Paolo Marsico

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *